Il dj giamaicano U-Roy, nome d’arte di Ewart Beckford, è morto a 78 anni. Era stato una leggenda della musica reggae. È scomparso a causa delle complicazioni legate a un delicato intervento chirurgico eseguito all’interno dell’University Hospital of the West Indies di Kingston, capitale della Giamaica. A dare la notizia è la Bbc dopo la conferma arrivata da Marcia Smikle, compagna del dj, e affidata al giornale giamaicano The Gleaner.

La carriera di U-Roy

Nato a  Jones Town il 21 settembre 1942, U-Roy era conosciuto anche come The Originator. Era stato tra i protagonisti della Reggae Revolution, noto per essere stato tra i fondatori del Dj Style, un particolare stile di reggae precursore della musica rap. Cominciò a lavorare nel 1961, dopo essere diventato disc jockey in vari sound system giamaiacani, compresi Coxsone Dodd, King Tubby e Duke Reid. Fu in quel periodo che U-Roy divenne una celebrità in Giamaica. Registrò il suo primo singolo, “Earth's Rightful Ruler”, insieme a Peter Tosh ma il successo arrivò con “Dynamic Fashion Way” nel 1969. Lavorò con i maggiori produttori giamaicani, Lee Perry, Peter Tosh, Bunny Lee, Phil Pratt, Sonia Pottinger, Rupie Edwards, Alvin Ranglin e Lloyd Daley. Nel 2004 partecipò alle registrazioni dell’album "True love" di Toos and the Maytals, che nekllo stesso anno vinse il Grammy Award come Best Reggae Album.

La morte di U-Roy

Al giornale giamaicano cui ha confidato la notizia della morte, la compagna Marcia Smikle ha raccontato: “Aveva il diabete e l'ipertensione. Ma aveva anche un problema ai reni ed era in cura per questo. Ci hanno consigliato di portarlo University Hospital of the West Indies per un intervento chirurgico perché il rene aveva creato problemi alla vescica e sanguinava. Gli hanno detto di fare la dialisi per i reni, ma lui si è rifiutato”.