È morto a 26 anni Mac Miller, cantautore e rapper americano. È il sito TMZ a riferire la notizia del decesso del giovane artista conosciuto anche per la lunga storia d’amore vissuta con Ariana Grande. Il mondo della musica finisce sotto shock per questa notizia triste e inaspettata. La relazione con la celebre popstar durata due anni si era interrotta da poco forse proprio a causa dell’abitudine del rapper al consumo di sostanze stupefacenti. Miller sarebbe morto intorno alle 12 di venerdì 7 settembre all’interno della sua casa di San Fernando Valley. Ad allertare le forze dell'ordine sarebbe stata una chiamata al 911 partita presumibilmente dall'appartamento del giovane. La polizia arrivata sul posto non ha potuto fare altro che costatare il decesso del giovane. Apparentemente, ma le cause della morte restano da confermare, sarebbe deceduto per overdose.

I problemi con le sostanze stupefacenti

Sulla scia della rottura con Ariana Grande, Miller aveva avuto non pochi problemi a gestire la sua presunta dipendenza da sostanze stupefacenti. Nel maggio del 2018 il rapper aveva distrutto la sua auto in un incidente stradale – si era schiantato contro un palo della luce –  ed era fuggito dopo il tentativo di arresto da parte della polizia che lo aveva ritrovato ubriaco al volante. Solo successivamente, una volta a casa sua, aveva confessato di essere il responsabile dell’accaduto. Fu arrestato per poi essere rilasciato il giorno seguente dietro il pagamento di una cauzione fissata a 15 mila dollari.

La lunga storia d’amore con Ariana Grande

Dopo l’arresto avvenuto a maggio, Ariana aveva twittato il suo affetto quell’ex fidanzato problematico, chiedendo a chiunque ne fosse in grado di prendersi cura di lui. Era stata lei stessa ad ammettere tra le righe che il giovane faceva regolare consumo di droga. Nel 2014 Miller aveva inciso un mixtape che sembrava essere una chiara ammissione in questo senso. Aveva più volte rappato, inoltre, della possibilità di morire prematuramente. La rottura definitiva era arrivata a maggio del 2018, seguita da un lungo sfogo in cui l’artista si era detta stufa di doversi prendere cura del suo ex: “Non sono una babysitter e nemmeno sua madre. Nessuna donna dovrebbe sentirsi così indispensabile. Mi sono presa cura di lui e ho pregato per anni perché ritrovasse il suo equilibrio. Ovviamente non ho mai detto quanto questo sia stato spaventoso, ma vi assicuro che lo è stato”. Il loro amore è durato 2 anni.