È moto a 64 anni Mark Hollis, leader dei Talk Talk. La notizia non è stata anocra confermata ma è rimbalzata sui maggiori organi di stampa. Band inglese, i Talk Talk divennero famosi negli anni 80 con canzoni quali It’s My Life e Such a Shame, tra le altre. Hollis, però, si era ritirato dal mondo della musica da circa 20 anni. Non si conoscono ancora le cause della morte che non ha trovato conferma ufficiale da parte dei familiari.

La carriera di Mark Hollis

Hollis nacque a Londra il 4 gennaio 1955. Cantante, musicista e compositore, fu il leader dei Talk Talk, gruppo composto da Mark Hollis, Paul Webb, Lee Harris e Tim Friese-Green, produttore e collaboratore a vario titolo. Fu proprio Hollis a imprimere una virata allo stile della band, portandola dal New Romantic a uno stile più complesso, successivamente denominato post rock. La band raggiunse la popolarità nel 1984 con l’album It’s my life. Oltre a formare con la band numerose hit di successo, piìubblicò un album da solista che fu accolto molto positivamente dalla critica. Nel 1998 decise di ritirarsi ufficialmente dalle scene. Per anni della sua vita si è saputo pochissimo. Spesso sfuggente, concentrato solo sulla musica, pronunciò una frase che divenne un cult tra gli ammiratori della band: “Prima di arrivare a suonare due note, impara a suonarne una. E non suonare quella nota, se non hai ragione di farlo”.

Il cordoglio dei colleghi

La notizia della morte di Hollis non ha ancora ricevuto una conferma ufficiale, ma sono molte le fonti autorevoli che la danno per certa. Tra gli altri, a confermare la notizia del decesso è stato un tweet della band The The: “Ci spiace molto apprendere la notizia che Mark Hollis dei TalkTalk sia morto. Aveva firmato alcuni dei migliori album degli anni ottanta/primi anni novanta. Rip”.