È morta a 73 anni in Inghilterra la cantante giamaicana Millie Small, diventata famosa in tutto il mondo con il singolo “My Boy Lollipop”. Ad annunciarne il decesso, avvenuto a causa di un ictus martedì 5 maggio, è stato Chris Blackwell, fondatore della Island Records e coprododuttore di quel singolo che ebbe enorme successo nel mondo. In un’intervista a Jamaica Observer, il discografico ha dichiarato: “Era una donna dolce e dotata di grande senso dell’umorismo, una persona speciale”.

Il successo di Millie Small con “My Boy Lollipop”

Blackwell ha ricordato il successo ottenuto dalla cantante nel mondo quando nel 1963 incise il singolo che l’avrebbe resa popolare: “Quella canzone divenne un successo ovunque. Girammo insieme tutto il mondo perché chiunque voleva che Millie partecipasse a spettacoli musicali e televisivi. Fu incredibile il modo in cui gestì quel successo”. “My Boy Lollipop” è uno dei brani ska (o bluebeat) più venduti di tutti i tempi. Nel 2012 fu cantato in occasione delle Olimpiadi di Londra.

La carriera dell’artista giamaicana nel mondo

Millie Small, nome d’arte di Millicent Dolly May Small, fu scoperta in Giamaica quando era giovanissima. Blackwell la portò in Inghilterra alla fine del 1963, una volta raggiunta l’età necessaria per permetterle di viaggiare. A proposito dell’inaspettato successo ottenuto, la cantante aveva dichiarato: “Sono nata Millicent Small da genitori che lavoravano in una piantagione di zucchero e, sebbene non conoscessimo nessuno nel mondo dello spettacolo, adoravo cantare”. La sua carriera cominciò quando, appena 12enne, vinse il suo primo concorso canoro: “Ero timida e cantai per la maggior parte del tempo con gli occhi chiusi ma vinsi il secondo premio da 30 scellini e quel momento segnò l’inizio della seconda vita come cantante”.