Ludovico Einaudi (ph Ray Tarantino)
in foto: Ludovico Einaudi (ph Ray Tarantino)

Il nuovo album di Ludovico Einaudi "Seven Days Walking: Day One" è stato l'album classico più ascoltato in minor tempo in streaming, la (neanche più tanto) nuova frontiera della distribuzione della musica mondiale. Un comunicato della Decca, una delle etichette più prestigiose per quanto riguarda la musica classica e jazz (e la musica in generale), ha fatto sapere che il quattordicesimo album in studio del pianista e compositore italiano ha oltrepassato i due milioni di stream in un solo giorno, continuando a macinare ascolti da record anche nei giorni successivi, dominando le classifiche di tutto il mondo.

La sfida della musica classica nell'era dello streaming

Non è una novità per il musicista italiano, da anni apprezzato in tutto il mondo, alfiere della classica mondiale da anni e considerato dal New York Times "l'artista classico per gli anni di Youtube" e recordman in streaming, contribuendo in maniera importante a che la musica classica vivesse un periodo d'oro e di incremento grazie proprio allo streaming: "La musica classica ha a che fare con lo storytelling e se non riusciamo a raccontare storie interessanti che riguardino i nostri artisti e la nostra musica è lì che la musica classica rischia di perdere" ha detto la Presidentessa della Decca Rebecca Allen parlando a Billboard della sfida del genere e dell'etichetta nell'era dello streaming: "Una delle cose più complesse della Classica è che ci sono oltre 100 versioni dello stesso pezzo, insomma, in che modo possiamo essere certi che la nostra versione sia la migliore e riesca ad emergere in tutto questo rumore? Ecco la nostra sfida".

Einaudi stella della musica classica

E a proposito di storytelling, Ludovico Einaudi è uno in grado di riuscire a raccontarsi, anche con gesti "estremi", come quello di suonare la propria musica nell'Artico, su una lastra di ghiaccio, diventando virale e facendo il giro del mondo. Ancora una volta. Se di star si può parlare nel mondo della Classica, Einaudi è senza dubbio la star tra le star con circa 2 miliardi di stream, che lo rendono il più grande artista classico ascoltato in streaming di tutti i tempi e poche settimane fa ha confermato la sua collaborazione con la Decca per quello che ha dichiarato essere il progetto più ambizioso della sua carriera, ovvero la pubblicazione di sette album in sette mesi, quel "Seven Days Walking" che si riempirà di un "day" ogni mese per sette, mesi, appunto, fino al "Day Seven", che verrà pubblicato in autunno in un cofanetto con i “Seven Days” al completo.

Come nasce il progetto Seven Days Walking

"A gennaio dell'anno scorso andavo spesso a fare lunghe passeggiate in montagna, seguendo sempre più o meno la stessa pista: nevicava pesantemente, ed i miei pensieri vagavano liberi nella tempesta, dove tutte le forme, spogliate dal freddo, perdevano ogni contorno o colore. Forse proprio quella sensazione di estrema essenza è all'origine di questo album – ha spiegato lo stesso compositore -. Il primo album si concentra su diversi temi principali, che poi ricorrono in forme diverse nei seguenti album: sette variazioni che seguono lo stesso itinerario immaginario. O lo stesso itinerario, ripercorso in sette diversi momenti". Il compositore ha annunciato anche un tour estivo in Italia che lo vedrà impegnato il 22 luglio al teatro Romano di Verona, il 23 al teatro Romano di Fiesole, il 25 al teatro Greco di Siracusa, il 27 luglio all'Arena Flegrea di Napoli e il 29 alle Terme di Caracalla a Roma.