Laura Pausini (via Facebook)
in foto: Laura Pausini (via Facebook)

Con l'ultima data del tour che ha visto Laura Pausini protagonista negli Usa e in America Latina, la cantante oltre a tornare in Italia si leva anche qualche sassolino dalla scarpa, dall'alto, soprattutto, di una chiusura importante. L'ultima tappa della leg americana del tour, infatti, ha visto la cantante esibirsi sul palco della Radio City Music Hall di New York, luogo in cui la cantante si fece fotografare 25 anni fa, sperando un giorno di poter entrare per cantare e realizzando quel sogno il 31 agosto.

Il ritorno in Italia coi 4 concerti a Milano

"Grazie alla mia band, ai cori, i tecnici, gli ingegneri, abbiamo appena finito la nostra prima parte di questo tour e voi, ragazzi, siete stati fantastici! Adesso andiamo in Europa, ci aspetta un autunno fantastico" ha scritto la cantante sul suo profilo Facebook, dando appuntamento ai fan italiani che la vedranno protagonista, dopo l'anteprima speciale al Circo Massimo di Roma, dove la Pausini ha cantato il 21 e 22 luglio scorso, con quattro date al Mediolanum Forum di Milano (l'8, 9, 11 e 12) per un tour che toccherà anche alcune città europee per concludersi con un concerto sempre a Roma, questa volta al PalaLottomatica il 31 ottobre, per una data annunciata solo pochi giorni fa che metterà, probabilmente il punto (che prima era al Pala Alpitour di Torino), almeno per adesso.

Lo sfogo sui social

In occasione dell'esibizione newyorkese e forte dell'evento capitolino e di un lungo tour americano, la cantante si è anche tolta qualche sassolino dalle scarpe nei confronti di chi, in passato, non aveva creduto in lei, soprattutto ai suoi esordi, in quel 1993 in cui la cantante esordì al Festival di Sanremo con "La solitudine" bissando l'anno successivo con "Strani amori", due brani che diedero il la una carriera che oggi la vede tra i nomi italiani più seguiti all'estero: "Ah si quella ragazzina lì della Romagna.. ma figurati,tra un anno non ne sentiremo più parlare” Febbraio 1993. 2018 saluti e baci da #newyork mi ricordo bene le vostre facce, tra ex discografici, giornalisti e esperti di musica. Vi mando un bacione torno in Italia dall’8 settembre in tour e ho una gran voglia di spaccare il culo ai passeri anche lì, a casa mia". Lo sfogo arriva pochi giorni dopo che la cantante aveva ammesso di aver pensato di andarsene dall'Italia e di essere restata solo grazie ai fan: "A volte ho pensato di andarmene, perché arrivano giorni nei quali ti senti più fragile, dove ti senti insicuro e ti sembra di non poter sopportare più".