4 CONDIVISIONI

Da Patty Pravo ai Pink Floyd, tutte le scoperte di Bornigia

Le grandi imprese di Giancarlo Bornigia ed il suo Piper: il talent scuot portò a Roma per la prima volta i Pink Floyd, i Genesis e Jimi Hendrix, mentre scoprì Patty Pravo, Renato Zero e Mia Martini.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
4 CONDIVISIONI
Immagine

Con la morte di Giancarlo Bornigia, è impossibile non soffermarsi sul grande lavoro e sul grande contributo che ha dato al mondo della musica e dell'intrattenimento made in Italy. Nello storico Piper, club di culto degli anni ‘6o, per la sua apertura, chiamò i migliori artisti della beat generation italiana: The Rokes, Equipe 84, Le Pecore Nere e Fred Bongusto, Romina Power, Dik Dik, Gabriella Ferri, Rita Pavone. Discorso particolare per Renato Zero e Mia Martini (quando era ancora Mimì Berté) che, con Patty Pravo e Loredana Berté, trovarono il modo proprio nel Piper Club di farsi conoscere e di fare quella gavetta che li ha portati a diventare tra i più grandi del panorama italiano.

Fu il primo a portare a Roma i Genesis, i Pink Floyd (tra il 18 e il 19 aprile 1968) e Jimi Hendrix, giovanissimo. E ancora i Rolling Stones, gli Who. Bornigia creò la leggenda del Piper, quelle non erano serate, erano degli eventi unici.

4 CONDIVISIONI
Amici, con Verdone, Allevi, Venditti e Patty Pravo (DIRETTA)
Amici, con Verdone, Allevi, Venditti e Patty Pravo (DIRETTA)
Pink Floyd - On The Turning Away - HD
Pink Floyd - On The Turning Away - HD
di reddy
Patty Pravo derubata a fine concerto: un fan le ruba l'anello
Patty Pravo derubata a fine concerto: un fan le ruba l'anello
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views