Concerto Primo Maggio Morricone

Era l'esibizione più attesa di tutta la serata del Concerto del Primo Maggio 2011, e il maestro non ha certo deluso: Ennio Morricone è stato certamente tra i protagonisti assoluti di quest'edizione, com'era lecito aspettarsi da un premio Oscar alla carriera e da un artista che ha emozionato tutto il mondo con le sue bellissime colonne sonore.

In occasione del 150° anniversario dell'unità d'Italia, il maestro Morricone ha deciso di proporre l'Elegia per l'Italia, lunga composizione che esalta alcuni due tra i pezzi storici del nostro paese: il "Va, pensiero" del Nabucco e l'Inno d'Italia si fondono in un unico continuum musicale, accompagnato da una mastodontica orchestra e da un coro che ha intonato le parole di ambo le composizioni storiche.

Come specificato da Neri Marcorè, presentatore del Concertone, l'idea di fondere il Va, pensiero con l'Inno di Mameli va ricondotta tutta ad una volontà specifica di Morricone nel valorizzare una composizione che esprime a pieno i valori dell'Italia risorgimentale: «Il Maestro Morricone decisa precisare che l'esecuzione di questi due brani sovrapposti ha il significato di togliere l'inno verdiano dall'ipoteca di chi l'ha adottato contro l'inno nazionale italiano, ricordando quanto il Va Pensiero abbia contribuito all'unità d'Italia, durante il Risorgimento e le guerre d'indipendenza che l'hanno seguito».

Il riferimento alla Lega Nord, che ha usato tale inno per contrastare quello italiano, è piuttosto chiaro: una serata, quindi, all'insegna dell'Italia unita, con questa interessantissima fusione tutta da ascoltare.