cucciariarticolo

Iniziano a trapelare le prime indiscrezioni sul concerto del Primo Maggio 2013, che si preannuncia un’edizione ricca di novità. Innanzitutto quest’anno il Concertone si trasformerà in un vero e proprio film, i cui protagonisti saranno tutti coloro che decideranno di assistere dal vivo all’evento. E’ stata creata un’applicazione gratuita per iPhone e Android, tramite la quale gli spettatori potranno raccontare, in un video di 15 secondi, il modo in cui hanno vissuto la maratona musicale. I vari contributi video diventeranno un lungometraggio intitolato “One million eyes, baby”, la cui regia sarà curata da Stefano Vicario.

Veniamo ora alla conduzione. Anche quest’anno al timone dell’evento ci sarà un personaggio proveniente dal cabaret. Toccherà a Geppi Cucciari che è stata voluta fortemente dall’organizzatore Marco Godano: "La conduzione di Geppi ci fa felici perché la volevamo da un po' e perché ha in mente una conduzione molto virata al sociale, con ospiti che aiuteranno a parlare di vari temi caldi, a partire dal lavoro". Godano ha avuto anche parole di orgoglio per la presenza di Nicola Piovani che sarà ospite d’onore dell’evento: "La presenza di Piovani ci inorgoglisce perché è il secondo premio Oscar che ci sceglie, dopo Morricone. E questo per noi è un grande riconoscimento".

Il tema alla base del concertone di quest’anno sarà “Musica per il nuovo mondo”. Si esploreranno frontiere e tradizioni grazie ad un’orchestra rock diretta da Vittorio Cosma, componente negli anni 80 della PFM e collaboratore di Elio e le storie tese. Basta dare un’occhiata a questa “speciale” orchestra per comprendere perché sia stata definita rock. Al sax Enzo Avitabile, alle tastiere Boosta dei Subsonica, al synth Andrea Mariano dei Negramaro, alle chitarre Federico Poggipollini e Maurizio Solieri. Ad impreziosire il tutto la tromba di Fabrizio Bosso e il sax di Stefano Di Battista. L’orchestra si occuperà di reinterpretare i brani dei pilastri del patrimonio musicale italiano come Lucio Dalla, Adriano Celentano, Lucio Battisti, Francesco De Gregori. La parte serale del concerto sarà aperta da un’esecuzione dell’Inno di Mameli, grazie alla maestria di un'orchestra composta da 100 violoncellisti diretta da Giovanni Sollima.

E’ già trapelato uno dei nomi degli artisti che si esibiranno. Si tratta di Fabri Fibra, già disco d’oro con il suo ultimo album “Guerra e Pace”. Purtroppo, però, un evento così importante comporta dei costi e alcuni degli sponsor che già si davano per certi stanno esprimendo l’intenzione di tirarsi indietro mentre altri sembrano voler destinare al concerto una cifra inferiore rispetto a quella assicurata. A proposito di questo Marco Godano ha affermato:

"Ad oggi non sappiamo su quale budget possiamo contare perché qualcuno vuole sfilarsi e qualcun altro vuole spendere meno. Ma io mi incazzo quando vedo che lo stesso sponsor che a noi non vuole dare una lira ha dato 3,5 milioni ad X Factor perché questo è degno di un paese di merda. Il presidente degli albergatori romani – aggiunge ─ ci dice che il concerto equivale a 800mila persone nel weekend del primo maggio. Nessuna polemica, per carità, ma il Comune ci dica come voglia considerare il concerto".

Controversa anche la questione dei diritti Siae:

"Il paradosso è che in occasione del concerto i diritti sono pagati due volte: dalla Rai, perché fa la trasmissione, e da noi perché organizzatori".