La musica ci accompagna in ogni momento della nostra vita. Sull'autobus, in ufficio, sotto la doccia e durante una cena tra amici, i nostri brani del cuore possono esserci sempre di compagnia.

Ormai, avere la musica a portata di mano è molto semplice: basta avere sul proprio cellulare o sul computer l'applicazione giusta. Ma come fare per poter ascoltare le nostre playlist anche offline? È possibile non dover dipendere dalla connessione dati? Niente paura, la risposta è sì.

In questo articolo vi suggeriamo alcune applicazioni in abbonamento e gratuite per poter accedere alla vostra playlist anche offline.

Spotify

Spotify è un servizio di streaming musicale famoso e diffuso in tutto il mondo. Può essere utilizzato sia sul telefono che tramite computer, smart tv o consolle per videogiochi.

È disponibile sia per Android che iOS, in versione gratuita o a pagamento. La versione gratuita consente di creare playlist e ascoltare brani, ma con alcune limitazioni. Per esempio, è possibile ascoltare la propria playlist solo in riproduzione casuale. Inoltre, ogni sei ascolti i brani sono interrotti dalla pubblicità. Per poter avere accesso illimitato ai brani preferiti è necessario sottoscrivere un abbonamento, mensile o annuale. L'abbonamento può essere individuale o del tipo Family, per condividere l'account con tutta la famiglia.

Amazon Music

Amazon Music è il servizio di streaming musicale messo a disposizione da Amazon, che permette di accedere ad un archivio comporto da più di 50 milioni di canzoni.

Potete scegliere di usufruire del servizio in versione gratuita o tramite abbonamento. La versione gratuita permette l'accesso ad un archivio ridotto, sebbene comunque molto ampio. Costringe, però, ad ascoltare anche annunci pubblicitari.

Se siete intenzionati a sottoscrivere un abbonamento, potete scegliere tra diverse modalità. Potete scegliere un abbonamento individuale, che vi concede l'esclusiva sull'account, oppure un abbonamento family, che consente di ascoltare musica insieme a sei persone contemporaneamente. In entrambi i casi potrete usufruire della prova gratuita per un mese, per poi rinnovare l'abbonamento a 9,90 euro al mese.

Una valida alternativa potrebbe essere quella di sottoscrivere l'abbonamento sfruttando Amazon Prime: in questo modo, potrete ascoltare musica gratuitamente e senza interruzioni per 40 ore al mese.

Apple Music

Se siete amanti del sistema operativo iOS e possedete dispositivi elettronici Apple, potrete usufruire di Apple Music, la piattaforma in streaming rilasciata dal famoso marchio. In tempi recenti, è stata aperta anche i possesori di Android la possibilità di accedere a questo servizio.

Anche in questo caso, potrete scegliere tra diversi tipi di abbonamenti: l'abbonamento individuale (9,99 euro al mese), l'abbonamento family (14,99 euro al mese) e l'abbonamento studenti (4,99 euro al mese).

Per decidere se è questa l'applicazione che fa per voi, potete usufruire dei tre mesi di prova gratuti, attivabili con il primo accesso.

Google Play Musica

Lanciato nel 2013, Google Play Musica è la piattaforma di streaming musicale immessa sul mercato da Google nel 2013.

È disponibile sia per Android che per iOS ed è attivabile con una prova gratuita di 90 giorni. Allo scadere del periodo di prova, è possibile attivare un abbonamento mensile individuale oppure un abbonamento mensile versione family.

La prova gratuita può essere disattivata in qualsiasi momento, senza alcun costo.

Una volta eseguito l'accesso, possono essere scaricati su Cloud tutti i brani preferiti, per poterli riascoltare anche in modalità offline.

YouTube

Tra le piattaforme musicali più utilizzate c'è senza dubbio Youtube. Nata come piattaforma per pc, da qualche anno è disponibile anche la versione applicazione, scaricabile per Android che per iOS.

La versione gratuita consente di ascoltare milioni di brani, visualizzare video, lasciare commenti e caricare video personali. Sottoscrivendo l'abbonamento, però, è possibile accedere a tante altre funzioni. Per esempio, sarà possibile creare playlist, scaricare canzoni e riprodurre brani offline anche senza video. Tutti i brani scaricati saranno disponibili nella cartella "Raccolta", rintracciabile tramite il menù a tendina.

Jamendo Music

Se vi piace scoprire soprattutto artisti emergenti e case discografiche indipendenti e poco conosciute, allora dovreste entrare nel mondo di Jamendo Music. Si tratta di un'applicazione totalmente gratuita, che permette di scaricare brani e riunirli in playlist personalizzate.

Disponibile sia per iOS che per Android, l'applicazione consente di ascoltare la musica prescelta sia in modalità online che in modalità offline.

Napster

Un'idea originale è quella proposta da Napster. Attraverso questa applicazione, infatti, è possibile scaricare brani e creare playlist anche per i bambini. Tra i brani a disposizione, infatti, ci sono brani dello Zecchino d'Oro, Disney o sigle dei cartoni animati più famosi.

Potete scegliere se salvare i vostri brani nell'archivio online dell'applicazione o se trasferirli sul Cloud, per riascoltarli in qualsiasi momento, anche i modalità offline.

L'accesso a Napster è totalmente gratuito.