Ospite al Tg1 delle 20 mercoledì 11 ottobre, Claudio Baglioni ha anticipato alcune novità sul Festival di Sanremo 2018. Il cantante è stato proclamato da pochi mesi direttore artistico della manifestazione e condurrà la 68esima edizione del festival, che si terrà dal 6 al 10 febbraio 2018. Intervistato da Vincenzo Mollica, Baglioni ha svelato le modifiche al regolamento e alcuni cambiamenti introdotti, dichiarandosi "non conduttore, ma conducente!" e spiegando di aver tentennato prima di dire di sì: "Dopo ben tre no, ho accettato. Ci sarà dunque un musicista alla guida del festival e la musica sarà al centro del festival".

Non ci saranno eliminazioni.

La più grande novità è rappresentata dalla scomparsa della procedura dell'eliminazione: a differenza degli anni precedenti, tutti i partecipanti gareggeranno sino alla classifica finale dell'ultima serata.

L'eliminazione è stata eliminata. Non ci sarà quella pratica del dover mandare a casa qualcuno. Chiunque dei partecipanti al festival lo inizierà e lo finirà. Ci sarà comunque un concorso, come a un festival del cinema.

La puntata delle cover sostituita da una serata dedicata ai duetti.

Altra novità importante, una modifica della lunghezza dei brani: quest'anno, ogni canzone potrà durare fino a 4 minuti. Infine, sparisce la ormai tradizionale serata dedicata alle cover, che vedeva ognuno dei concorrenti esibirsi con un brano di un altro Big della musica. Al suo posto, ci sarà una puntata in cui i partecipanti eseguiranno la loro canzone in una nuova versione al fianco di altri artisti, al fine di valorizzare il lavoro di ogni cantante. Ha spiegato Baglioni

È giusto che ognuno possa riproporre il proprio brano in forma di duetto o trio. Sarà la stessa canzone, ma magari arrangiata in modo diverso.

Il toto-valletta: spunta il nome di Miriam Leone.

Intanto, arrivano le prime indiscrezioni sul nome della possibile co-conduttrice che affiancherà Baglioni. Secondo il settimanale Chi, sarebbe in pole position la lanciatissima attrice ed ex Miss Italia Miriam Leone. La rivista di Alfonso Signorini ha inoltre fatto i nomi di Ilaria D'Amico e Sabrina Ferilli. La Stampa ipotizza invece la presenza di Anna Valle e Martina Colombari.