A quasi un anno dall'uscita della raccolta “Cremonini 2C2C the best of”, il prossimo 18 settembre Cesare Cremonini pubblicherà il terzo inedito "Ciao", dopo "Al telefono" e "Giovane stupida". Il brano verrà accompagnato anche dal video, disponibile da venerdì sul canale ufficiale dell'artista su Youtube. Cremonini ha affermato che "‘Ciao' è la canzone con cui dico addio al mio passato, dopo un 2020 che ha spostato pesi enormi nella vita di tutti e che per me ha significato una rinascita in ambito personale. Il testo esce da una camera da letto per dire addio a qualcosa di più ampio, perché quando l’ho scritta sentivo che i titoli di coda erano imminenti".

Come nasce "Ciao"

Da Venerdì 18 Settembre in radio e su tutte le piattaforme digitali “CIAO”, il nuovo singolo che sarà accompagnato da un video spaziale! 🎼🎥🌈 Ho scritto questa canzone per dire addio a un anno che ha spostato pesi enormi nella mia vita e che per me ha significato una rinascita in ambito personale. ❤️ Il testo esce da una camera da letto per dire addio a qualcosa di più ampio, in un momento in cui sentivo che i titoli di coda erano imminenti. Anche per questo la canzone verrà accompagnata da un video rivoluzionario, che utilizza per la prima volta in Italia un virtual set in real-time per la realizzazione di immagini in 3D. Si tratta dell’ultima frontiera delle produzioni video cinematografiche. 🍿 Dal punto di vista della produzione musicale ho cercato di uscire dagli stereotipi della canzone pop, 🎛 che per me resta uno spazio estremamente libero e creativo. Penso che dopo vent’anni di carriera, al tempo dello streaming che ha aperto nuove vie e cambiato volto al mercato della musica, la cosa più importante rimanga trasmettere l’idea che il pop sia una grande possibilità espressiva e non abbia confini. #Ciao #NewSigle #NewVideo @umitalia @virginrecordsita

A post shared by cesarecremonini (@cesarecremonini) on

Il brano, come racconta l'artista, è nato dall'esigenza di lasciar andare cose del passato che non potevano più rimanere: "Una canzone come un imbuto in cui far defluire il passato. Un ‘Addio' alle persone che ci hanno fatto più male che bene ma anche a quelle che abbiamo amato e che ora non ci sono più. Mentre scrivevo gli interlocutori si alternavano nella mia mente come i cartelli segnaletici di una autostrada verso il futuro. Ho voluto dare voce a ciò che provavo mentre abbandonavo pezzi della mia vita per strada". Anche dal punto di vista musicale, Cremonini ha voluto abbandonare i canoni classici del pop, restituendo alla canzone dei tratti innovativi: "‘Ciao' dal punto di vista musicale è una canzone moderna, minimale ma molto potente. Mi sono divertito a vestirla con suoni analogici, che avvolgono lo spazio sonoro rendendola una canzone che vuole essere competitiva anche rispetto alle produzioni internazionali".

La riscoperta dopo 20 anni

Cremonini ha affermato che nei 6 inediti di cui è composta la prima raccolta della sua carriera musicale, ha voluto abbandonare alcuni cardini del pop che lo hanno accompagnato lungo i 20 anni: "Ho cercato di uscire, come sempre, dagli stereotipi della canzone pop, che per me resta uno spazio estremamente libero e creativo. Penso che dopo vent’anni di carriera, al tempo dello streaming che ha aperto nuove vie e cambiato volto al mercato della musica, la cosa più importante rimanga trasmettere l’idea che il pop sia una grande possibilità espressiva e non abbia confini. Ora più che mai, è importante trasmettere al pubblico, ma non solo a lui, che distinguersi ricercando la qualità e la credibilità in ciò che si fa, è sempre l’aspetto più importante nella musica come nella vita”. A rendere innovativo il singolo, sarà anche il video ufficiale, girato attraverso la realizzazione di immagini in 3D. Una tecnologia per adesso utilizzata solo nel cinema, ma che può ridefinire l'importanza degli effetti speciali nei video musicali.

Cremonini dal vivo

Nel 2021 l'artista emiliano ritornerà a suonare dal vivo, dopo la pausa causata dagli eventi legati alla pandemia di Covid-19. Una delle date più importanti sarebbe stato lo stadio Olimpico di Roma, evento non ancora in programmazione per il prossimo anno. Sicure sono invece le date del prossimo 8 giugno allo stadio San Siro di Milano e del 16 giugno allo stadio Olimpico di Torino.