18 Gennaio 2022
14:12

Cesare Cremonini annuncia “La ragazza del futuro”, alla batteria Steve Jordan dei Rolling Stones

Il 19 febbraio uscirà il nuovo singolo di Cesare Cremonini, “la ragazza del futuro” che dà il titolo al prossimo album. Con lui anche Steve Jordan attuale batterista dei Rolling Stones.
A cura di Redazione Music

Si chiama "La ragazza del futuro" il nuovo singolo di Cesare Cremonini che da mezzanotte sarà disponibile su tutte le piattaforme e nelle radio italiane, anticipando il prossimo album del cantautore che sarà pubblicato il prossimo 25 febbraio. Questa canzone, che dà anche il titolo all'album, è il secondo singolo estratto dall'album, dopo che lo scorso dicembre era uscito "Colibrì". La canzone, come spesso capita, è scritta da Cremonini assieme a Davide Petrella e prodotto dal cantautore insieme al musicista e produttore Alessandro Magnanini.

Nel brano il batterista degli Stones Steve Jordan

Tra gli ospiti, però, c'è anche una firma importante, dal momento che la batteria del brano è suonata da Steve Jordan, batterista che ha preso il posto di Charlie Watts, scomparso lo scorso agosto. Jordan è un musicista molto noto, turnista di Eric Clapton, pupillo dello stesso Watts che lo aveva caldamente suggerito a Keith Rihards nel caso avesse fatto qualcosa extra Stones e così è stato. Dopo la morte del batterista storico della band di Mick Jagger, è stato chiamato Jordan che, adesso firma anche questo "dialogo sognante e immaginifico tra Cesare e il futuro, tra il suo tempo e quello delle nuove generazioni, interpretato da una ragazza giovane e suadente, verso la quale, attraverso un testo costruito in due tempi come un film, l’autore e il produttore del brano sembra provare un forte senso di aspettativa ma anche di protezione e tenerezza" come si legge nella nota stampa.

Di cosa parla La ragazza del futuro

"Quando è nata questa canzone ho capito di aver trovato anche il nuovo album, o meglio il suo centro di gravità – ha spiegato Cremonini -, perché ‘La ragazza del futuro' si è posata sulla tastiera del pianoforte come un veliero e immediatamente è diventata la figura centrale del mio quadro. Per questo motivo non potevo trattare questa canzone come un semplice singolo della mia carriera ma le ho dato la responsabilità del titolo del nuovo progetto. Se ‘Colibrì' ne raccontava la genesi, ora, ‘La ragazza del futuro' svela il volto del disco, che ha un messaggio profondo, un filo che lega ogni canzone a quella successiva attraverso una ricerca sui nostri sentimenti smarriti". La canzone, come spiega lo stesso cantautore, è il racconto di un futuro "pervaso di femminilità, giovinezza, sensualità, coraggio, libertà".

Sanremo e il tour negli Stadi

Cesare Cremonini sarà anche uno dei super ospiti del prossimo Festival di Sanremo dove presenterà una perormance pensata per festeggiare i vent'anni di carriera, raccontando la parabola di un ragazzo partito dai colli bolognesi e diventato una delle popstar più amate del Paese. Pandemia permettendo, poi, la prossima estate il cantautore sarà anche protagonista di un tour negli stadi con i concerti che partiranno il 9 giugno 2022 a Lignano allo Stadio Teghil, per proseguire il 13 giugno a Milano allo Stadio San Siro, il 15 giugno a Torino allo Stadio Olimpico, il 18 giugno a Padova allo Stadio Euganeo, il 22 giugno a Firenze allo Stadio Artemio Franchi, il 25 giugno a Bari allo Stadio Arena Della Vittoria, il 28 giugno a Roma allo Stadio Olimpico e il 2 luglio a Imola all'Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari.

Colibrì di Cesare Cremonini, testo e significato della canzone che racconta la sua idea di futuro
Colibrì di Cesare Cremonini, testo e significato della canzone che racconta la sua idea di futuro
Il ritorno di Cesare Cremonini: "La ragazza del futuro è un album che recupera sentimenti smarriti"
Il ritorno di Cesare Cremonini: "La ragazza del futuro è un album che recupera sentimenti smarriti"
I Maneskin aprono il concerto dei Rolling Stones
I Maneskin aprono il concerto dei Rolling Stones
4.523 di MatSpa
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni