Sono passati praticamente 60 anni, ma i Beatles e i Rolling Stones continuano a essere simpaticamente "rivali". Di recente, Paul McCartney ha rilasciato un'intervista a Howard Stern spiegando quelle che, a suo dire, sono le differenze tra lo storico quartetto di Liverpool e la band di Jagger e Richards: "Gli Stones sono radicati nel blues, noi abbiamo avuto più influenze. Ci sono molte differenze e adoro gli Stones, ma sono d'accordo nel dire che i Beatles erano migliori". McCartney ha inoltre sottolineato come molte scelte fatte dai Beatles abbiano influenzato la carriera degli Stones, come la decisione di realizzare un album rock psichedelico con "Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band", in qualche modo "replicato" con "Their Satanic Majesties Request".

La replica di Mick Jagger

La risposta di Mick Jagger è arrivata nel corso dello show Apple Music di Zane Lowe, in cui lui e Keith Richards hanno partecipato per promuovere il nuovo singolo dei Rolling Stones, "Living in a Ghost Town". Tranquilli, però: nessuna lite a distanza, ma solo una simpatica "rivalità" che da decenni è sempre stata accompagnata da una bella amicizia e una stima reciproca tra le due band. Il che non ha impedito a Jagger di lanciare una frecciatina:

È così divertente, è un tesoro. Ovviamente non c'è competizione. I Rolling Stones sono una grande band da concerto in altri decenni e in altre aree, quando i Beatles non hanno mai fatto nemmeno un tour negli stadi, non hanno mai suonato al Madison Square Garden con un sistema audio decente. Si sono sciolti prima che si iniziasse a fare i veri tour, che partirono nel 1969: così, i Beatles non li sperimentarono mai. Allo stadio hanno fatto un solo grande concerto e io ero lì, allo stadio Shea. Gli Stones sono andati avanti, abbiamo iniziato a fare concerti negli stadi negli anni ’70 e li stiamo ancora facendo. Questa è la vera grande differenza tra queste due band. Insomma, una band sta ancora suonando negli stadi, l’altra non esiste.

Il nuovo singolo dei Rolling Stones

Insomma, la differenza tra i due gruppi sta proprio nel tipo di carriera scelta. Quella dei Rolling Stones continua e non sembra arrestarsi, alla faccia del tempo che passa. Recentemente apparsi in tv nel mega concerto virtuale "One World: Together At Home", dove hanno suonato "You Can’t Always Get What You Want", hanno dovuto annullare il prossimo tour per l'emergenza sanitaria che ha chiuso stadi e bloccato concerti. In compenso, hanno pubblicato a sorpresa il nuovo brano "Living in a Ghost Town", il primo inedito dal 2012.