Avicii (LaPresse)
in foto: Avicii (LaPresse)

Poco dopo la morte di Tim Bergling, meglio conosciuto come Avicii, dj svedese tra i più famosi al mondo, il suo discografico ammise che c'era della nuova musica su cui l'autore di "Wake me up" stava lavorando: "Ci stavamo lavorando ed era la migliore musica che aveva prodotto da un po' di anni a questa parte. Lo so perché ho lavorato ai suoi album, era così ispirato, entusiasta, venivamo da un mese di session serratissime. A un certo punto dovevamo mettere un punto alle registrazioni perché Tim lavorava per 16 ore filate, come era nella sua natura. Dovevi portarlo via a forza, dirgli ‘Tim, andiamo, vai a dormire, riposati un po". È una tragedia questa morte, ora abbiamo questa musica magica e incredibile" aveva spiegato il Presidente della Geffen Neil Jacobson, che aveva anche spiegato che non sapeva, però, se questo nuovo materiale sarebbe mai uscito, vista la tragedia avvenuta.

La morte di Avicii

Avicii, infatti, è morto mentre si trovava in vacanza in Oman ma ancora oggi non ci sono cause ufficiali benché pare che il ragazzo – che da anni lottava contro problemi di dipendenza e salute – si sarebbe suicidato usando pezzi di una bottiglia di vino, stando a quanto ha riportato TMZ che diede la notizia della tragedia. Qualche giorno fa Nile Rodgers, musicista degli Chic, da qualche anno tornato di nuovo tra le star della musica mondiale, grazie al successo della sua collaborazione coi Daft Punk, ha detto al Sun che insieme avevano scritto dieci nuove canzoni registrate in alcune session che avevano tenute segrete.

Le nuove canzoni del dj svedese

I due avevano collaborato, in passato, per la canzone "Lay me down" del 2013: "Io e Avicii ridevamo tutto il tempo ed ero solito dire ‘Mettete me e Tim in una stanza e potremmo riempire una Top 20 in due o tre settimane'" ha detto il chitarrista a cui hanno chiesto questo materiale inedito che, però, non sa se sarà mai pubblicato, visto che i diritti della musica del dj svedese è della famiglia: "Mi hanno contattato per fargli ascoltare questa roba, ma devo capire alcune cose, ero molto vicino a Tim e la musica che non abbiamo ancora pubblicato era fantastica. Ne eravamo entrambi pazzi, ma a causa di quello che so e di cui non parlerò, voglio essere sicuro che qualunque lavoro a cui lavorerò sarà a vantaggio delle persone che Tim avrebbe voluto potessero goderne".