La lunga corsa per il rimborso del biglietto è arrivata al termine. Le modifiche all’ultima manovra del governo Conte, arrivate attraverso le decisioni messe in campo dal ministro dei beni culturali Dario Franceschini, hanno indirizzato le società organizzatrici al rimborso monetario del biglietto. Dopo la lunga polemica sollevata dall'ex Beatles Paul McCartney contro l’Italia, dove i suoi concerti di Lucca e Napoli non erano stati rimborsati, ma solamente tradotti in voucher, le società di promozione pubblicano le regole per chi, avendo acquistato i biglietti di un concerto cancellato a causa del coronavirus, al voucher preferisce la restituzione del denaro speso.

Come fare

Partendo da D’Alessandro & Galli che aveva organizzato lo stesso tour italiano di McCartney, il riferimento al rimborso monetario si estende anche alle date di Lenny Kravitz (Torino, Mantova e Perugia) e quella degli Hollywood Vampires a Milano: "Coloro che hanno già richiesto il rimborso tramite voucher dei biglietti dei concerti di Paul McCartney, potranno scegliere se utilizzare il voucher per altri eventi organizzati da D’Alessandro e Galli entro 18 mesi dalla sua emissione oppure richiedere il suo rimborso in denaro". Il termine ultimo per la richiesta di rimborso è il 17 ottobre 2020 e il voucher deve essere integro e non parzialmente riutilizzato.

I concerti ancora in forse

La società ha anche comunicato che si sta adoperando per lavorare alla riprogrammazione dei concerti per il 2021. Tra questi troviamo le due date di Yusuf Cat Stevens a Roma e Lucca, stessa sorte per l'ex membro degli One Direction Liam Payne. Forse potremo rivedere a Lucca anche Anderson Paak e Patty Smith, come nella Capitale potremmo assistere al concerto della leggenda dell'hip hop americano Lauryn Hill. Tutti gli aggiornamenti verranno comunque pubblicati e condivise sulle pagine ufficiali degli organizzatori.

I rimborsi di Live Nation

Anche il promoter americano Live Nation ha pubblicato i concerti cancellati per cui è possibile richiedere il rimborso. Si va dall'assenza di Lana Del Rey lo scorso 9 giugno all'Arena di Verona, a quella nello stesso giorno di Camilla Cabello che avrebbe dovuto esibirsi al Forum di Milano. Pochi giorni dopo James Blunt avrebbe dovuto suonare al palazzo dello sport di Roma. La società comunica che il termine ultimo, come nel caso di D'Alessandro & Galli, sarà il 17 ottobre. Ancora in programmazione per la prossima estate invece Billie Eilish a Milano e lo stadio Olimpico di Roma per Cesare Cremonini.