131 CONDIVISIONI
30 Ottobre 2012
16:09

Arisa: “Giovani choosy? La Fornero non faccia la bacchettona”

La cantante Arisa dà della “pedagogista bacchettona” al ministro Fornero, colpevole di aver dato dei “choosy” ai giovani di oggi in cerca di lavoro, e lancia una provocazione: “E se fossi bisex?”
A cura di Eleonora D'Amore
131 CONDIVISIONI
arisa sulla copertina del settimanale a

In una recente intervista al settimanale A, la cantante Arisa ha espresso la sua personale opinione in merito alla dichiarazione di Elsa Fornero sui giovani choosy (ovvero schizzinosi), poco inclini alle varie tipologie di lavoro offerte dal mercato. Un mercato che seppur in crisi ha anche "mestieri umili ma onesti", che sono completamente ignorati dai ragazzi che si affacciano al mondo del lavoro o che ci stazionano in mancanza di una soluzione. A tal proposito Arisa ha dichiarato:

Sono in tanti a rimboccarsi le maniche. Eviterei definizioni da pedagogista bacchettona. Sono tempi difficili, mi aspetto più comprensione dalla politica anche perché tanta diffidenza e tanta paura arrivano proprio da lì.

Fidanzata ormai da qualche tempo con un nuovo uomo dopo la fine della storia con Giuseppe Anastasi, l'interprete di Sincerità si è detta ultimamente attratta dal suo stesso sesso e ha lanciato una divertente provocazione, dicendo:

E se fossi bisex? Mi innamoro spesso della testa di alcune di loro, però il sesso è un'altra cosa, non l'ho mai fatto. In passato ho ricevuto avances, ma ora che vorrei provare non me le fa più nessuno.

Charlize Theron e Kate Winslet sarebbero il binomio perfetto in fatto di donne, che al momento restano però una pura e semplice fantasia di fronte ad un realtà etero più che consolidata.

131 CONDIVISIONI
il ministro Fornero: riforma del lavoro
il ministro Fornero: riforma del lavoro
1.015 di revenexquote
#XF6 e #Arisa: la rissa tra i giudici raccontata da twitter
#XF6 e #Arisa: la rissa tra i giudici raccontata da twitter
Arisa di nuovo single o no?
Arisa di nuovo single o no?
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni