The Weeknd (Photo by Kevin Winter/Getty Images for dcp)
in foto: The Weeknd (Photo by Kevin Winter/Getty Images for dcp)

Potrebbe essere la vicinanza tra i Grammy e il SuperBowl il motivo per cui The Weeknd, l'artista che quest'anno ha invaso le classifiche con il suo ultimo album "After Hours", non si esibirà alla kermesse musicale. Dopo un 2020 da record, con "Blinding Lights" diventato uno dei brani cult durante il periodo di lockdown e che ha raggiunto quasi 900 milioni di ascolti, la giuria degli Academy non ha riservato una singola nomination all'artista di origini canadesi.

Il probabile motivo dell'assenza

Poche ore fa sono state annunciate le nomination ai prossimi Grammy, la premiazione che coinvolge i migliori artisti del 2020 che si terrà a gennaio 2021. Oltre all'esplosione di candidature per il trio Beyoncé, Swift e Dua Lipa, c'è da sottolineare un'assenza straordinaria: l'autore di uno degli album più ascoltati del 2020, con 1,8 miliardi di stream complessivi per "After Hours", The Weeknd. Si vocifera che uno dei motivi per l'assenza di nomination sarebbe la vicinanza di calendario tra la serata dei Grammy e il SuperBowl di football americano, entrambi trasmessi dalla Cbs. Quest'anno infatti l'artista canadese è stato scelto dalla lega e dagli inserzionisti pubblicitari per lo spettacolo durante l'intervallo del match, l'evento più seguito dell'anno negli Stati Uniti, un vero culto per gli amanti dello sport e della musica. La concomitanza degli eventi, aggiunta alla diretta sullo stesso canale televisivo, potrebbe aver disposto la giuria degli Academy nel definire in maniera diversa il successo musicale di The Weeknd.

Le accuse all'Academy e la risposta

La reazione dell'artista non si è fatta attendere, soprattutto dopo aver reso pubbliche le sue parole sul proprio profilo Twitter: "I Grammy rimangono corrotti. Lo dovete a me, ai miei fan e all'intera industria musicale". Non è tardata ad arrivare la risposta dell'Academy, nelle parole del suo Ceo Harvey Mason Jr: "Comprendiamo che The Weeknd sia deluso per la mancata nomination. Ne sono sorpreso e capisco cosa sta provando. La musica che ha pubblicato quest’anno è eccellente e il suo contributo alla comunità e al mondo della musica merita l’ammirazione di tutti". Ad appoggiare questa battaglia dell'artista canadese, è sceso in campo anche il rapper americano Kid Cudi, che ha rivolto il suo pensiero su Twitter: "Abel è stato rapinato".