Il rapper XXXTentacion
in foto: Il rapper XXXTentacion

Il trapper XXXTentacion, una delle promesse della trap americana, morto lo scorso giugno a seguito di una rapina finita male, è tornato discograficamente con l'album postumo "Skins" che è volato in testa alla Billboard 200, la classifica degli album americana. Lo conferma la stessa Billboard che sottolinea come l'album, uscito lo scorso 7 dicembre, è il secondo del rapper a finire in testa alla classifica, con un equivalente (tra vendite, download e stream) di 132 mila copie vendute nella prima settimana disponibile. "Skins" è il primo album postumo a finire in testa alla classifica dal 2016 a oggi: all'epoca fu  il Best of di Prince a finire in testa poche settimane dopo la morte del cantante avvenuta il 21 aprile.

Gli ascolti in streaming per XXXTentacion

Come normale che sia, "Skins" è stato spinto soprattutto dagli ascolti in streaming, come sottolinea sempre Billboard, che parla di circa 121,8 milioni di ascolti che equivalgono a 78 mila album, nella scala di equivalenze streaming/album venduti. Una cifra rilevante e non inaspettata, se si conta il peso sempre maggiore che quel segmento ha acquistato in questi ultimi anni e soprattutto se si considera che la trap e il rap in generale sono da tempo i generi più amati dai giovanissimi che, appunto, prediligono quel tipo di ascolto all'album fisico.

La morte del trapper

Jahseh Onfroy, vero nome di XXXTentacion era una delle stelle della trap americana, uno di quelli che nell'ultimo anno si era maggiormente messo in luce grazie alla sua musica, ma anche a causa di problemi per nulla legati alla musica, ma ai tribunali. Il rapper aveva portato il suo ultimo album "?", uscito nel marzo scorso proprio al numero uno della classifica, ma la prima volta in top 10 fu grazie a "17", che debuttò in seconda posizione nel 2017. Onfroy – che in passato era stato accusato di violenza da parte della compagna – è stato ucciso poco dopo essere uscito da un negozio di moto, colpito da colpi d'arma da fuoco.