472 CONDIVISIONI
11 Ottobre 2013
10:06

Cari giudici di X Factor, ecco chi sono i Macaco

“Ma chi so’ sti Macaco?”, questa la reazione dei quattro giudici di X Factor quando Galup ha portato un pezzo della band famosa per la patchanka e la world music.
472 CONDIVISIONI
"Ma chi so' sti Macaco?", questa la reazione dei quattro giudici di X Factor quando Galup ha portato un pezzo della band famosa per la patchanka e la world music.

Alberto Galoppini, in arte Galup, è una delle sorprese musicali di queste prime fasi di X Factor 7. Classico piacione rastafariano, un personaggio inedito per la lente televisiva, che ha già dimostrato in tre puntate di saper tenere il palco con la sua improvvisazione e la sua personalità. Una mitragliatrice vocale che si ispira alla matrice reggae e raggamuffin e che, durante la terza puntata dedicata ai Bootcamp andata in onda ieri su Sky Uno, ha preso tutti in contropiede cantando una canzone di Dani Carbonel, leader e fondatore dei Macaco.

"Ma chi so' sti Macaco?". Mika, Simona Ventura, Elio e Morgan al sentire i Macaco sono piombati in uno stadio quasi catatonico. Non si pretende certo l'onniscenza musicale, però che quattro giudici su quattro non abbiano una minima infarinatura di patchanka e world music, per un programma come X Factor, forse è un po' grave.

Fu ospite di Roy Paci. Le attenuanti spariscono se si pensa che Dani Carbonel era tra gli ospiti del fulminante esordio dei Roy Paci & Aretuska, nel 2002 con "Baciamo le mani" (ViceVersa, Virgin). Nel singolo "Grande la medianoche" il buon Dani "Macaco" Carbonel dava sfoggio al suo stile contaminato, rendendo quel pezzo unico nel suo genere. Ce lo ascoltiamo qui:

472 CONDIVISIONI
Dargen D'Amico giudice di X Factor 2022:
Dargen D'Amico giudice di X Factor 2022: "Ecco perché ho accettato"
A X Factor i giudici contro Mika:
A X Factor i giudici contro Mika: "Le sue cantanti sono avvantaggiate"
Rkomi è il quarto giudice di X Factor 2022
Rkomi è il quarto giudice di X Factor 2022
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni