Vasco Rossi (Foto Carlo Cozzoli – LaPresse)
in foto: Vasco Rossi (Foto Carlo Cozzoli – LaPresse)

La musica dal vivo non è ancora pronta a ripartire. La situazione epidemiologica non permette ancora di immaginare di nuovo eventi dal vivo e per questo anche Vasco Rossi ha comunicato la riprogrammazione delle date previste per il mese di Giugno 2021 nell’ambito dei Festival. "Le nuove date e le eventuali modalità di rimborso – così annuncia un comunicato stampa diramato dallo staff dell'artista – in conformità con le disposizioni di legge, saranno comunicate entro il 15 Aprile 2021".

Le date del tour di Vasco Rossi erano state già rinviate

Date per la verità già previste nel 2020 e che Vasco Rossi si era visto obbligato a rinviare in virtù dello scoppio della pandemia che lo scorso anno aveva reso di fatto impossibili eventi pubblici di ogni tipo, a maggior ragione quelli a partecipazione massiva come un concerto di Vasco Rossi può essere. Tutte le date erano state conservate e come lo stesso Vasco aveva dichiarato a maggio scorso: "Ora l'obiettivo è rimanere vivo, sano e lucido fino a giugno 2021". Le date del Vasco Non Stop Live Festival 2021 erano previste per il 13 giugno 2021 agli I-DAYS di Milano, il 18 giugno a Firenze Rocks (Visarno Arena), il 22 all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola e il 26 e 27 giugno al Circo Massimo Rock in Roma. Date che, evidentemente, verranno ancora posticipate.

Vasco Rossi, biglietti, validità, rimborsi e voucher

A maggio scorso i biglietti già venduti erano 360 mila e l'organizzazione aveva confermato la validità degli stessi per le prossime date. Questo il comunicato: "I biglietti già acquistati, rimarranno validi per i rispettivi concerti nel 2021. Chi sarà obbligato a rinunciare, potrà rivendere legalmente il proprio biglietto sulla piattaforma dove è avvenuto l’acquisto oppure richiedere il rimborso tramite un “voucher” di pari valore a quello indicato sul biglietto precedentemente acquistato e comprensivo, dunque, del diritto di prevendita. Il voucher potrà essere richiesto entro il 26 giugno 2020". Le modalità resteranno probabilmente identiche, ma maggiori comunicazioni da parte dello staff verranno comunicate nelle prossime settimane.