Anche in questo 2018 Vasco Rossi ha incontrato i piccoli pazienti dell'Istituto Ortopedico Rizzoli, grazie all'associazione Ansabbio, presieduta da Dario Cirrone, con cui da anni collabora per portare un sorriso in un periodo che dovrebbe essere felice e sereno come quello del natale. Anche quest'anno, quindi, il rocker di Zocca si è trasformato in dottor Sorriso per portare un po' di allegria tra i pazienti dell'ospedale che l'hanno accolto cantando in coro "Albachiara", forse la sua canzone più famosa di sempre: "Lui è il primario del sorriso, testimonial, con Vasco abbiamo cominciato assieme e non ci ha lasciato più, tutti i bambini sono contenti, ormai è diventato un appuntamento fisso" spiega Cerrone ai giornalisti, spiegando che adesso spera che anche altre star possano unirsi alla loro attività, visto questo testimonial d'eccezione.

Vasco per i bambini del Rizzoli

Vasco ha postato sulla sua pagina le foto che lo vedono assieme ai bambini, tre foto in cui i pazienti hanno le maglie del cantante, alcune autografate: "Qui si trova la verità della sofferenza, che è quella che fa riflettere, pensare che in fondo tutti i problemi che abbiamo quotidianamente sono sciocchezze rispetto alle sofferenze di questi bambini. La verità è difficile da trovare, ci sono troppe menzogne raccontate come verità, troppe fake news" spiega il cantante rispondendo a una domanda di radio Bruno e citando il suo ultimo singolo.

Vasco e il progetto Startherapy

Il perché Vasco continui ogni anno a rispettare questa tradizione, partecipando al progetto Startherapy, lo spiega lui stesso: "Per me è un'esperienza che mi arricchisce perché mi dà un sacco di energia, vengo per quello e poi se posso portare un po' di conforto, gioia… Noi come musicisti portiamo gioia" chiude.