I primi 60.000 sono andati. Tante erano le persone presenti alla prima delle sei date del tour di Vasco Rossi, che avrà appunto sei appuntamenti allo stadio Meazza, per poi spostarsi a Cagliari a giugno inoltrato. L'1 giugno è andato in scena il primo dei sei sold out consecutivi. Saranno in tutto 330 mila i tagliandi venduti per le date dell’1-2-6-7-11 e 12 giugno a Milano

Un palco dalle dimensioni importanti, 100 metri in larghezza e 33 in altezza, per ospitare uno degli eventi musicali dell'anno, per un artista che oramai non ha più bisogno di conferme: è lui la star più acclamata d'Italia e sono i numeri a dirlo con certezza. Dopo l'evento miracoloso del 2017, quel Vasco Modena Park che ha scritto il suo pezzo di storia della musica italiana, anzi internazionale, imponendosi come uno dei concerti più partecipati di sempre, Vasco continua ad essere l'uomo che apre l'estate.

La Scala della musica rock ha accolto un evento in cui, come sempre, Vasco Rossi pare non essersi affatto, sia fisicamente che emotivamente. Senza troppi giri di parole, si è pensato prevalentemente alla musica, come era giusto che fosse. E il Blasco non ha affatto deluso i suoi fan, accorso in massa per questa prima data meneghina.

Una tappa che è stata anche anticipata da alcune affermazioni importanti del rocker di Zocca in merito a uno dei fatti più discussi degli ultimi giorni, ovvero la decisione della cassazione sulla vendita illegale della cannabis light. Vasco Rossi in conferenza stampa ha detto la sua, sintetizzando così il concetto: "Penso che la cannabis sia una sostanza da non mettere fra le stupefacenti. Non è mai morto nessuno. La cannabis deve essere legale, le altre sostanze no".

Un tour, questo Vasco NonStopLiveTour, che avrà anche un suo spazio televisivo. Canale 5 ha infatti deciso di dare spazio a un docu concerto che racconti le 9 tappe di questo tour attraverso degli inserti speciale del dietro le quinte, la preparazione, le impressioni della vigilia.