Non è un periodo fortunato per i Queen. Sembra paradossale dirlo a ridosso della vittoria agli Oscar, ma sono le parole di Brian May  che sulla sua pagina Instagram ha pianto la morte di Mike Grose, primo bassista dei Queen, quando ancora la band capitanata da Freddy Mercury non ancora famosa e muoveva i primi passi.

Le parole commosse di Brian May a Mike Grose

"Sì, non è un bel periodo per noi. Mike Grose è stato il primo bassista dei Queen. Intorno al 1970, Roger lo invitò a Londra da Cornwall per provare con noi, mettere insieme le prime canzoni. Era un personaggio molto potente con una grande attrezzatura! Il suo suono era massivo e monolitico. Alla fine di quel periodo la collaborazione non funzionava, ma dobbiamo a Mike un'enorme gratitudine per averci aiutato in questi primi passi. RIP Mike". Il racconto, appunto, è proprio di Brian May che ha voluto ricordare l'amico su Instagram.

Il ricordo dell'ex manager Gerry Stickells

Il periodo è difficile perché la morte del musicista è arrivata pochi giorni dopo che dal profilo Facebook della band era stato ricordato l'ex manager Gerry Stickells, scomparso pochi giorni prima e anche lui ricordato con affetto: "Gerry Stickells, il più grande tour manager è morto dopo una lunga battaglia con una malattia. Era più che un tour manager per i Queen – era come un padre, un grande amico, un insegnante e un'isola di calma  nel pieno del caos. Ha avuto un profondo effetto sulla mia vita, sempre positivo. Dai suoi primi giorni con Jimi Hendrix, fino a tutti gli anni passati con i Queen e Paul McCartney, Gerry era L'UOMO! Ci mancherà enormemente, il nostro amore va a Sylvia e alla famiglia in questo momento difficile. Roger".