Ultimo al Festival di Sanremo (LaPresse)
in foto: Ultimo al Festival di Sanremo (LaPresse)

È stato un anno importante per Ultimo, lo abbiamo scritto in diverse occasioni e questo Sanremo è il coronamento di due anni intensi per il cantante romano che lo scorso anno ha conquistato il pubblico e la vittoria tra le Nuove proposte di Sanremo con la canzone "Il ballo delle incertezze" che ha lanciato l'album "Peter Pan" che da 51 settimane, ormai, è in testa alle classifiche di vendita e in queste ultime settimane è tornato prepotentemente sul podio, dietro solo a Salmo e a Fedez, ma al cantautore è riuscita anche l'impresa di riportare in top 10 il suo primo album "Pianeti" che sta vivendo una seconda vita quando per Ultimo sta per partire la terza.

La fine di un capitolo importante

Sì, perché "I tuoi particolari" è la fine del capitolo e l'apertura di una nuova fase della sua vita. Un'ascesa velocissima per lui che oltre a riempire 18 palazzetti tutti già sold out (sic) ha annunciato anche lo Stadio Olimpico il prossimo 4 luglio. Se è vero che il concetto di live è molto cambiato in questi ultimi anni, resta comunque una vera e propria impresa per un artista giovane come lui. Ai microfoni di Fanpage.it proprio Ultimo, impegnato sul palco dell'Ariston con una canzone acclamata dal pubblico e dalla critica, ha spiegato che dopo questa fase avrà bisogno di prendersi un po' di riposo per pensare.

Il bisogno di riposarsi

"Questo Sanremo è un po' uno dei tanti capitoli che vanno a chiudere quello di ‘Pianeti' che è il mio primo album perché dopo ci saranno queste 18 date nei Palasport che sono già tutte sold out, poi l'Olimpico e dopo non vedo, nel senso che ci sarà un anno in cui dovrò pensare, stare un po' fuori e ritirarmi un pochino, sono fatto così" ha detto il cantante che ha bisogno di riprendersi da questo turbinio anche per poter lavorare al nuovo album: "Al centro della musica metto sempre l'empatia, cioè la carica, la forza, ci tengo a far capire quanto io indossi le parole che scrivo".