13 Luglio 2021
07:56

Uccisi due rapper in poche ore: uno è morto in diretta su Instagram, l’altro vittima di 64 colpi

Il rapper KTS Dre è stato ucciso durante una sparatoria, poco dopo l’uscita dalla prigione, mentre Indian Red Boy è stato ucciso durante una diretta Instagram. Il primo è stato vittima di circa 64 proiettilic he lo hanno colpito al volto e al corpo, mentre il secondo era in diretta con un amico.
A cura di Francesco Raiola

Il rapper KTS Dre è stato ucciso durante una sparatoria, poco dopo l'uscita dalla prigione, mentre Indian Red Boy è stato ucciso durante una diretta Instagram. Colpito da alcuni colpi d'arma da fuori, KTS è morto poco dopo il suo arrivo in ospedale: stando a quanto si legge dalle cronache locali alcuni sospetti sono usciti da due veicoli separati e hanno cominciato a sparare in direzione del veicolo su cui si stava muovendo il rapper di 31 anni, il cui vero nome era Londre Sylvester, colpendolo numerose volte. Pare che contro KTS siano stati sparati circa 64 colpi che lo hanno colpito alla testa e in altre parti del corpo, stando a quanto scrive la NBC di Chicago che scrive come  il cantante sia l'ultima vittima di una lunga scia di persone vittime di agguati da colpi d'arma da fuoco avvenuti nel weekend in città.

64 colpi contro KTS

Pare che siano circa 40 coloro che sono state colpite da proiettili e dieci di loro sono morte a causa  delle ferite riportate. Il rapper non è stato colpito casualmente, stando a quanto riporta Fox 32, ma sarebbe stato colpito intenzionalmente, così come è stata colpita una donna di 60 anni che stava camminando con lui ed è stata colpita al ginocchio. Nonostante la ferita, però, la donna non è in condizioni preoccupanti, così come non sono preoccupanti le condizioni di una donna che si trovava a passare lì vicino ed è stata colpita alla bocca. Stando a quanto riportano le cronache, il rapper era fuori su cauzione per accuse relative a un arresto nell'aprile 2020. KTS Dre infatti, era stato trovato in possesso di un'arma e aveva fatto resistenza alla polizia. Ha pagato i primi 4 mila euro richiesti per una cauzione totale di circa 40 mila euro ed era uscito non senza l'applicazione di una cavigliera elettronica prima di essere ucciso.

L'omicidio di Indian Red Boy

L'omicidio di KTS arriva a poche ore dalla morte di un altro giovanissimo rapper, Indian Red Boy, ucciso anche lui a causa di una sparatoria mentre era in auto facendo una diretta su Instagram con un altro rapper. Il video del cantante – colpito al volto a al torso – ha cominciato a girare online e c'è chi ha commentato: "Un minuto ridi e il minuto successivo ansimi per implorare aiuto". Nel video, infatti, si sente il rapper chiedere all'amico di cercare aiuto.

Dietro le quinte di 'Mille': Fedez e Achille Lauro non riescono a trattenersi
Dietro le quinte di 'Mille': Fedez e Achille Lauro non riescono a trattenersi
185 di Viral Show
È morto DMX, il rapper aveva 50 anni
È morto DMX, il rapper aveva 50 anni
Fedez contro il Vaticano per il DDL Zan: "Perché i preti pedofili non vengono processati?"
Fedez contro il Vaticano per il DDL Zan: "Perché i preti pedofili non vengono processati?"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni