L'annuncio dell'uscita della nova versione del Re Leone, film d'animazione Disney del 1994 che rientra in un'operazione di remake che la casa di produzione sta facendo di alcuni dei suoi classici, rileggendoli in chiave live action, riportandoli a standard visivi più vicini alle nuove generazioni. Pochi giorni fa è uscito il primo trailer di questa nuova versione del film che narra le vicende amletiche di Simba, Mufasa, Sarabi, Scar, Timon e Pumbaa, tra gli altri. Un trailer che svela poche immagini ma che dà già l'idea di una enorme somiglianza – talvolta identicità completa – con il vecchio film, uno dei maggiori successi di casa Disney.

Nuove voci per i protagonisti

Successo che sarà rinnovato nelle voci, ovviamente, sia quelle americane – che prevedono, tra gli altri Donald Glover (Simba), Beyoncé (Nala), Seth Rogen (Pumbaa), e James Earl Jones che doppierà ancora una volta Mufasa  – che quelle italiane, con Luca Ward che prenderà in carico la responsabilità dio doppiare Mufasa, la cui voce, per la prima volta, era quella di Vittorio Gassman. Una piccola rivoluzione che non sarà tale nelle musiche, ma che comunque porterà a qualche cambiamento. La colonna sonora, infatti, è uno dei punti forti del film d'animazione, e nella memoria collettiva è ben presente "Il cerchio della vita" ("Circle of life"), ovvero il brano che dà il via al film e che parte con un canto Zulu che fa da sottofondo al raduno degli animali che corrono a dare il benvenuto proprio a Simba.

Il ritorno di Elton John

Inizialmente la colonna sonora fu creata da uno dei massimi artisti di questo campo, ovvero Hans Zimmer che ha creato le musiche anche di film come "I pirati dei Caraibi", "Il cavaliere oscuro", "Il Gladiatore", assieme a Elton John e Tim Rice che hanno scritto alcune delle canzoni del film, e pare che, nonostante l'annuncio del ritiro, e il suo tour d'addio, Sir Elton John abbia comunque rimesso mano alle canzoni (comprese "I Just Can't Wait to be King" e "Hakuna Matata") e probabilmente uscirà qualche novità in coppia con Beyoncé e Tim Roth, che potrebbero lavorare alle musiche che ascolteremo sui titoli di coda.

L'introduzione in Zulu di "Circle of Life"

Dal trailer, comunque, si capisce che "Circle of Life" sarà tema portante anche di questa nuova versione. La canzone, originariamente cantata dall'attrice Carmen Twillie – e candidata al Premio Oscar -, nella versione italiana fu interpretata da Ivana Spagna, ma l'intro in lingua Zulu (cantata da Lebo M), resta fedele. In molti si sono chiesti quale sia il significato di quel canto, che accompagna, appunto, gli animali delle Terre del Branco a radunarsi per la nascita di Simba, figlio di Mufasa e Sarabi e il testo originale recita (via Genius): "Nants ingonyama bagithi Baba, Sithi uhm ingonyama, Nants ingonyama bagithi Baba, Sithi uhhmm ingonyama, Ingonyama. Siyo Nqoba Ingonyama Ingonyama nengw' enamabala". La canzone si struttura come un botta e risposta che parte con "Ecco qui un leone, Padre" (Nants ingonyama bagithi Baba) e la risposta "Oh, sì, è un leone" (Sithi uhm ingonyama) che si ripete anche nella strofa successiva. Con "Siyo Nqoba" si intende una risposta dei guerrieri africani che urlano "Lo conquisteremo" fino alla chiusura "Un leone e un leopardo sopraggiungono in questo spazio aperto" ("Ingonyama nengw' enamabala").