Tiziano Ferro durante il live di Radio 2 (LaPresse)
in foto: Tiziano Ferro durante il live di Radio 2 (LaPresse)

È stato un concerto intimo quello che Tiziano Ferro ha tenuto nella salaB di via Asiago, a Roma, dove ha intrattenuto i fan e gli ascoltatori di Rai Radio2 con alcuni dei suoi pezzi più amati. Il cantante ha chiuso in questo modo il suo 2017 fortunato, sulla scia della pubblicazione de "Il mestiere della vita", l'album uscito nel dicembre 2016 e certificato 5 volte platino, risultando uno dei più venduti dello scorso anno e probabilmente chiuderà nella Top 10 di quelli più venduti nel 2017.

La voglia di scrivere un film

Eppure il cantante non si ferma, anzi, e spiega, ai microfoni di Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini che la sua attività d'artista e di scrittura va oltre la musica: "Sto scrivendo cose nuove, sto scrivendo di tutto. Io scrivo cento cose insieme, scrivo un libro, un film, poi alla fine pubblico un disco. Fare questo mestiere è una cosa meravigliosa. Mi piacerebbe scrivere un film, mi piace molto il linguaggio delle serie televisive, oramai sono la nuova frontiera cinematografica. Ora poi i film durano un casino… ma dove sono finiti i film di novanta minuti?"

Los Angeles luogo di ispirazioni

Ferro, poi, parla di come Los Angeles, dove vive, sia un'ispirazione continua per chi vuole tentare la carta del grande schermo: "Ho scritto già tantissimo – racconta l'artista di Latina – a Los Angeles non hai scuse, esci fuori per forza con ispirazioni. Tutto è un set cinematografico, le persone sono delle comparse, la musica la rubi per strada anche se non vuoi e torni a casa con il cervello che scoppi di idee e non riesci a fermarti".

La scaletta del concerto a Radio 2

Il concerto si è composto di una scaletta che ha visto alternarsi "Ora perdona", "Solo è solo una parola", "Valore assoluto", "Il mestiere della vita", passando per grandi successi come "E fuori è buio", "L'ultima notte al mondo", "Il conforto" ("Sicuramente è stato uno dei momenti più alti della mia carriera cantare con Carmen Consoli", ha detto Ferro), "Alla mia età", "Mi sono innamorato di te", fino a "No vacancy/Shape of you", "Potremmo ritornare", "Incanto".

Niente Sanremo per Ferro

Il cantante ricorda l'esibizione sul palco dell'Ariston, dove portò "Il Conforto" e "Mi sono innamorato di te" di Tenco, per rendere omaggio al cantautore a cinquant'anni dalla morte, come "una delle esperienze più belle della mia vita. Penso che come cantante e come scrittore di canzoni, sia importante trasmettere alle nuove generazioni le basi della musica. Non bisogna dimenticare che esistono canzoni stupende come ‘Mi sono innamorato di te'". Quest'anno, però, niente Sanremo da protagonista, ma al massimo dal divano di casa e intanto spera che prima o poi Ed Sheeran risponda alla sua richiesta di collaborazione: "È il mio idolo, ho provato a contattarlo non mi ha mai risposto. È il numero uno al mondo, avrà altre cose di meglio da fare….. ma io sono sempre pronto per Ed".