27 Ottobre 2009
18:44

Tiziano Ferro – biografia

E’ la nuove voce soul-R&B della musica italiana. Campione di incassi in Italia e all’estero. Conosciamo meglio Tiziano Ferro.
A cura di Biagio Chiariello
tiziano-ferro

Tiziano Ferro nasce il 21 Febbraio del 1980 a Latina. Le sue prime canzoni le compone con una tastiera giocattolo regalatagli all’età di sette anni. Il periodo dell’adolescenza non passa facilmente per il futuro cantautore che soffre di bulimia arrivando a pesare 111 kg. Per questo cercare di sfogarsi con la musica: studia per sette anni chitarra classica, per un anno la batteria e per due il pianoforte.

Ma Tiziano ama anche il canto e in particolare la musica nera, così a 16 anni fa già parte del coro gospel di Latina per poi passare alle esperienze con Sottotono e ATPC. Nel 1998, grazie all’esibizione all'Accademia della Canzone di Sanremo, che comunque non gli vale l’entrata al Festival, viene notato dai suoi futuri produttori discografici Mara Maionchi e Alberto Salerno, grazie ai quali nel 2001 pubblica Rosso relativo. L’album è trascinato dal singolo “Xdono” che raggiunge la vetta delle classifiche italiane e il terzo posto tra le canzoni più vendute in tutta Europa. Lo stile di Tiziano Ferro è inconfondibile: un mix tra soul e R&B che egli definisce “e-music”, la musica dell’era di Internet e delle mescolanze sonore.

Con la title track dell’album Rosso relativo, che vende 1 milione di copie in Italia, Tiziano Ferro vince il Festivalbar e il P.I.M. per il miglior artista esordiente. Intanto, nel 2003, Rosso relativo viene pubblicato in spagnolo e in inglese e parte il tour che porterà Tiziano in tutta America dagli Stati Uniti al Brasile passando per il Messico.

Intanto l’artista di Latina comincia a lavorare al suo secondo album, che viene preceduto dal singolo “Xverso”. A novembre del 2003 esce 111, titolo alquanto autobiografico visto che, come abbiamo visto, era il peso di Tiziano da ragazzo. Il disco è un successone in Europa e in Sud America anche grazie ai brani “Sere nere” e “Non me lo so spiegare”.

Ormai Ferro è diventato un artista internazionale affermato, così viene scelto per cantare insieme a Jamelia l’inno ufficiale delle Olimpiade di Atene 2004. Ad ottobre è in Messico per la nomination come "Best Artist" ai MTV Latin Music Awards.

Il 2006 è l’anno del suo terzo album Nessuno è solo, anticipato dal singolo “Stop! Dimentica”. Il disco esce in ben 44 paesi. Gli altri brani estratti dal disco sono "Ed ero contentissimo", "Ti scatterò una foto", "Non me lo so spiegare (con Laura Pausini)", "E Raffaella è mia" (nel cui video partecipa Raffaella Carrà). Nell’estate del 2008 Tiziano scrive, insieme a Roberto Casalino, il tormentone "Non ti scordar mai di me" per la esordiente Giusy Ferreri.
Alla mia età esce il 21 dicembre 2008, preceduto dalla title track subito prima nelle classifiche italiane.

Biagio Chiariello

La costante di Tiziano Ferro: anche Il mondo è nostro va primo in classifica
La costante di Tiziano Ferro: anche Il mondo è nostro va primo in classifica
Tiziano Ferro rinuncia a Sanremo 2010 per problemi di salute
Tiziano Ferro rinuncia a Sanremo 2010 per problemi di salute
Tiziano Ferro a Fanpage:
Tiziano Ferro a Fanpage: "Canto paternità, omosessualità e depressione perché racconto la mia vita”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni