Per l'estate Tiziano Ferro ha scelto "Balla per me" cantata in duetto con Jovanotti. La canzone, infatti, è il nuovo singolo estratto dall'ultimo album del cantante di Latina, "Accetto miracoli", e sarà disponibile in radio a partire dal prossimo venerdì 5 giugno. Nonostante i tanti anni di carriera di entrambi e la stima reciproca, quella tra i due è la prima collaborazione ufficiale e probabilmente il pezzo estivo annunciato già dall'inizio, mescolando ritmi cari a entrambi, una sorta di ballata dance uptempo, stando a come la definisce la nota stampa che annuncia l'uscita della canzone. Il brano è il quinto singolo estratto, dopo "Buona (Cattiva) sorte" e la title track, che lanciarono l'album, poi fu la volta di "In mezzo a questo inverno" e "Amici per errore", ultimo singolo uscito il 14 febbraio e presentato in anteprima al Festival di Sanremo 2020.

Balla con me, Tiziano e Jova

Le origini della stima di Ferro per Jovanotti le spiega lo stesso cantante, ricordando che fu proprio il suo il primo album italiano che acquistò, nell'ormai lontano 1987: "Non sapevo nemmeno che si chiamasse Lorenzo ma il mio sogno era quello di cantare con lui. Ora è successo e il risultato è una delle canzoni più di cuore dell’album. Credo sia percepibile tutto il desiderio e l’entusiasmo di quel ragazzino di 7 anni, che sogna di cantare con il suo idolo e, sebbene non abbiamo mai avuto prima l’occasione di incrociare le nostre voci, in questo pezzo sembra che cantiamo insieme da sempre". Ci è riuscito 33 anni dopo, con un brano prodotto da Timbaland: "Ho scritto il brano e l’ho fatto produrre a Timbaland, in maniera minimale ma molto energica, e poi lo abbiamo cantato d’istinto. È una canzone piena di vita, alla quale tengo moltissimo".

Jovanotti: Onore essere in questa canzone

Anche Lorenzo ha voluto dire la sua su questa collaborazione, spiegando come fin dal primo ascolto gli si è piazzato in testa il ritornello: "É un pezzo che ha qualcosa di immediato e zero pippe, parla di vita vera su un battito che pulsa, ma presenta una complessità armonica e compositiva piuttosto inusuale oggi". Anche Jovanotti ha parlato di come nonostante i vari incontri e le tante promesse ci siano voluti tutti questi anni: "Per me è un onore essere in questa canzone con lui dopo tanti anni che ogni volta che ci siamo visti si finiva sempre per parlare di fare musica insieme. Lui è uno dei più grandi artisti che abbiamo, è quello che nell’ambiente si definisce un ‘killer'" sottolineando la quantità di hit scritte dall'amico e collega: "Ha ridefinito l’idea di musica popolare italiana portando in scena elementi classici misti a qualcosa di nuovissimo, di mai sentito prima dalle nostre parti".