Thom Yorke (Photo by Vincenzo PINTO / AFP
in foto: Thom Yorke (Photo by Vincenzo PINTO / AFP

Le voci sul ritorno musicale di Thom Yorke si sprecavano e ormai erano un segreto di Pulcinella (anche grazie allo stesso artista che si era divertito ad aprirsi un canale Instagram pubblicandoci due spezzoni di canzoni) che ieri, però, è stato svelato con l'ufficializzazione dell'uscita del suo prossimo album. Su Instagram, infatti, aveva pubblicato due passaggi strumentali di "Suspirium" di cui ieri è uscito ufficialmente la versione completa, accompagnata anche dal video: si chiamerà "Suspiria (Music for the Luca Guadagnino Film)" e uscirà il 26 ottobre su XL Recordings. Proprio nei giorni scorsi il cantante dei Radiohead era stato uno dei protagonisti del Red Carpet del Festival del Cinema di Venezia dove si era presentato in passerella con la compagna, l'attrice Dajana Roncione, proprio per l'anteprima del film del regista italiano.

Il ritorno solista del cantante dei Radiohead

L'album, infatti, che arriva a quattro anni di distanza dall'ultimo solista "Tomorrow's Modern Boxes" e a due dall'ultimo della band, "A Moon Shaped Pool", è "una raccolta di 25 composizioni originali scritte da Thom Yorke per la rivisitazione di Luca Guadagnino del film horror del 1977 diretto da Dario Argento. L’album è un mix di partitura strumentale, brani interstiziali, interludi e canzoni con strutture più tradizionali in cui è presente la voce di Thom, come ‘Unmade', ‘Has Ended' e ‘Suspirium', il primo singolo il cui tema ricorre in tutto il film" come si legge nella nota stampa che ha accompagnato la notizia.

Come sarà Suspiria

Stando a quello che si sa – sempre tramite la nota stampa – l'album sarà molto variegato e alternerà "ballate piano e voce, pezzi Krautrock con synth modulari ispirati dall’ambientazione del film nella Berlino del 1977, stratificazioni vocali e melodie che incutono terrore" che accompagneranno lo spettatore attraverso la visione del film e le emozioni che si susseguiranno. L'album è stato scritto e arrangiato da Thom Yorke, registrato e prodotto da Thom e Sam Petts-Davies ma hanno partecipato alla realizzazione anche la London Contemporary Orchestra and Choir, Noah Yorke alla batteria in “Has Ended” e “Volk”, e Pasha Mansurov al flauto in “Suspirium”.