Male, male che vene
je cammino e tu ‘o saje pecché.
Male, male me passa,
nun me veng’ l'anima pe' te.

Sto cercann ‘a terra mia
e qui troverò l'anima mia.
Sto cercann ‘a terra e Dio
ca me dà na mano, sì.

Male, male me faccio
e' pensier stann ‘ncuoll a me.
Ma tu ‘o saje ca je prego
‘a Maronna ca me fa verè.

Bruciano chisti uocchje meje
parlano chiù fort a te.
Bruciano chisti uocchje meje
brucia l'anima a me.

E mò voglio verè si pienze ancora a me.
E ricorda ca tu tiene sultant a me
ma mo restano e' penzier.

Il mondo cambierà e noi saremo qua
ad aspettare che verrà.

Male, male che vene
je cammino e tu ‘o saje pecché.
Male, male me passa
nun me veng’ l'anima pe' te.

Sto cercann a' terra mia
e qui troverò l'anima mia.
Sto cercann ‘a terra e Dio
ca me dà na mano sì.

Io pregherò per te, per quelli come me.
Ci saranno tanti sogni d'amore,
nascerà la primavera.

Il mondo cambierà
e noi saremo qua
ad aspettare che verrà. [X 4]