Sui Grammy Awards si affaccia una nube cupa, a pochi giorni dalla consegna dei premi 2020, prevista per il 26 gennaio. Deborah Dugan, amministratore delegato della Recording Academy, società che organizza la manifestazione, ha denunciato il gruppo in seguito alla sospensione sopraggiunta di recente. Dugan sostiene che la sospensione sarebbe arrivata in seguito alle sue segnalazioni di molestie sessuali subite, oltre che irregolarità nei voti e appropriazioni indebite rilevate all'interno dell'ente. Di fatto, secondo la denuncia di Dugan, la decisione della società di sospenderla sarebbe maturata come una forma di rappresaglia nei suoi confronti. Un "congedo amministrativo" a seguito di "accuse di cattivo comportamento", questa la motivazione con la quale Dugan è stata sospesa.

Accuse di molestie per uno dei legali della società

L'ex Ceo sostiene di essere stata vittima di molestie sessuali da parte di Joel Katz, uno dei legali dell'organizzazione, che ha "negato categoricamente" le accuse. Ma non sarebbe il solo neo, visto che le 44 pagine di memorie presentate Commissione Pari Opportunità di Los Angeles contengono la denuncia di "flagranti conflitti di interesse" e controverse transazioni finanziarie. Un contesto determinato, stando al racconto di Dugan, clima di "club per soli uomini" determinante ai fini di queste dinamiche tossiche sviluppatesi nell'organizzazione che sta dietro alla macchina dei Grammy Awards.

La Recording Academy nega tutto

La Recording Academy nega invece ogni accusa, rilasciando un comunicato ad Afp in cui si rammarica del "possibile discredito a pochi giorni dalla cerimonia dei Grammy Awards. […] strano che la signora Dugan non abbia mai sollevato queste gravi accuse prima di quelle mosse contro di lei da un dipendente". La versione dei fatti sostenuta dall'organizzazione emerge dal racconto di un dipendente, il quale afferma "che la signora Dugan aveva creato un ambiente di lavoro tossico e intollerabile e aveva adottato un comportamento offensivo e molesto". 

La 62esima cerimonia dei Grammy Awards

Sulla vicenda è stata aperta un'indagine indipendente, ma non c'è dubbio che nei giorni a venire che porteranno alla cerimonia non si parlerà d'altro. La 62esima edizione dei Grammy Awards andrà in scena a Los Angeles il prossimo 26 gennaio, a partire dalle 12.30 ora locale.