Il primo video di Tekashi 6ix9ine dopo la sua uscita dal carcere è diventato in breve un vero e proprio evento. Due sono le ragioni principali, il record di visualizzazioni in 24 ore e il record di persone contemporaneamente presenti su una diretta Instagram. Ovviamente, l'uscita di "Gooba" ha scatenato non poche polemiche nel mondo del rap americano, per una serie di ragioni. Il rapper americano, infatti, è stato scarcerato perché i suoi problemi di asma lo rendevano un soggetto sensibile in prigione e così il Giudice gli ha permesso di scontare gli ultimi mesi di carcere ai domiciliari, permettendogli, appunto, di riprendere anche a fare musica.

Il video hip hop più visto in un giorno

E Tekashi non ha perso tempo, pubblicando, pochi giorni dopo il ritorno in una località nascosta, il suo primo singolo, con video annesso. Un pezzo che riprende lì da dove si era fermato, nessun grande cambiamento, ma una sequela trap di frecciate agli hater, con riferimenti al Coronavirus e anche alla sua collaborazione con la giustizia. Una collaborazione che gli ha fruttato un imponente sconto di pena, per una pena che avrebbe potuto superare i 40 anni, ma che si è chiusa a due anni totali. La sua scarcerazione, però, è diventato un vero e proprio caso, il video di "Gooba", stando ai numeri di Data Charts ha chiuso le 24 ore con 43 milioni di visualizzazioni, che è il numero più alto per un video hip hop, superando "Killshot", ovvero il dissing di Eminem a Machine Gun Kelly, che si era "fermato" a 38.1 milioni. Al momento, il video può contare su 86 milioni di visualizzazioni.

Due milioni connesse su IG per il rapper

Ma il ritorno di Tekashi ha anche portato a un altro record, dal momento che la sua Live session  su Instagram ha battuto il record di persone connesse a un live contemporaneamente. Erano 2 milioni le persone che assistevano alla diretta del rapper. Ma il ritorno alla musica del rapper non ha entusiasmato alcuni colleghi, come Meek Mill e Snoop Dogg che ha criticato l'enorme attenzione data dai media a questi "topi".