Sfera Ebbasta
in foto: Sfera Ebbasta

Non è stata una serata fortunata per il festival Wake Up che si sta tenendo all'outlet Mondovicino, nel Cuneese, che ha dovuto affrontare un piccolo problema durante il concerto di Sfera Ebbasta dell'8 settembre. Qualcuno, infatti, ha spruzzato dello spray al peperoncino durante il set del trapper di Cinisello balsamo creando un po' di scompiglio tra il pubblico, e costringendo i medici ad intervenire per curare una ventina di persone colpite. Intorno a mezzanotte, infatti, all'Arena di Mondovicino dove circa tremila ragazzi stavano ballando sulle note dei trapper italiani, alcuni ragazzi hanno cominciato ad avvertire dolore al pezzo e al viso, costringendo gli organizzatori ad interrompere momentaneamente il concerto, come riporta il Corriere della Sera, nell'edizione torinese.

Una ventina di feriti

"Un ragazzo ha avuto problemi di vista e ha manifestato forti bruciori al volto e al petto, per cui dopo essere stato soccorso è stato trasferito in ospedale e ricoverato per accertamenti – si legge sul Corsera -. Almeno altri venti hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari presenti con un posto di pronto intervento della Croce Rossa, per difficoltà respiratorie, riprendendosi senza ulteriori conseguenze". Non è la prima volta che succede, già lo scorso anno, sempre al Wake Up, qualcuno aveva spruzzato dello spray al peperoncino durante il concerto di Ghali. Repubblica Torino ipotizza che più che una bravata possa essere un metodo di una banda che si sarebbe servita dello scompiglio per fuggire via dopo aver trafugato alcune catenine.

Il forfait di 6ix9ine

La serata non era partita nel migliore dei modi per gli organizzatori che poche ore prima del concerto erano stati costretti ad avvisare della cancellazione del concerto di Tekashi 6ix9ine, uno dei rapper americano più in voga del momento, che ha cancellato le prime tappe del suo tour europeo, costringendo il festival a sostituirlo con altri nomi italiani, creando qualche malcontento tra i fan dell'americano.