in foto: Coez all'esterno del Palalottomatica (ph Tommaso Biagetti)

Ma chi è Coez? Forse qualcuno, in queste settimane, se lo sarà chiesto, soprattutto mentre canticchiava "La musica non c'è", ultimo singolo del rapper romano (ma originario di Nocera Inferiore) che è da settembre uno dei singoli più scaricato e ascoltato in streaming, stando a quanto si legge tra le righe delle classifiche dei singoli della FIMI. A domandarsi le origini di Silvano Albanese – vero nome di Coez – probabilmente è chi non è vicinissimo al mondo indipendente o a quello del rap, in cui si muove da anni, ormai. Tra pop e rap, in quel territorio che da tempo esplora e definisce assieme a colleghi come Ghemon, Mecna, Willie Peyote o Frah Quintale e che lo ha portato a pubblicare tre album, con il secondo "Niente che non va" a dargli una bella visibilità e "Faccio un casino" a lanciarlo (definitivamente?) in un mondo che vede un pubblico molto più esteso: "Sono tante le cose che mi piacciono e per me la forzatura sarebbe non seguirle tutte. Oggi non mi piacerebbe essere un artista troppo etichettabile perché mi piacciono troppe cose" disse ai microfoni di Fanpage.it.

Il successo di Faccio un casino.

Uscito il 5 maggio, il disco è stato certificato oro, con i due singoli estratti ("Faccio un casino" e "La musica non c'è", appunto) platino, più qualcun altro oro ("Le luci della città" e "E Yo Mamma") e un incremento in classifica che è corrisposto all'introduzione dello streaming nel conteggio anche degli album. Pur non essendoci ancora numeri ufficiali, da quando è avvenuto questo cambiamento, alcuni artisti hanno scalato le classifiche e Coez è, probabilmente, il caso più importante, visto che la settimana scorsa per la terza settimana consecutiva ha stazionato sul podio (terza posizione, perdendone una rispetto alla precedente). Appena uscito, l'album aveva esordito in terza posizione, prima di scendere in undicesima e uscire dalla top 20; poi a luglio, rivoluzione, e balzo di 30 posizioni, prima dell'esplosione poche settimane dopo. Lo stesso artista ha commentato così su Facebook: "Un disco uscito circa 6 mesi fa oggi è secondo in Fimi, ed è il mio, ed è Faccio Un Casino! Non so da quanto non succedeva una cosa del genere, un po’ è l’avvento del digitale, un po’ è la forza che hanno le canzoni, al di la dei generi, della moda, della spinta mediatica, in qualche modo mi sento di aver preso parte ad un piccolo miracolo discografico, e ne avete preso parte anche voi".

Il significato de La musica non c'è.

Il video de "La musica non c'è" invece è uscito il 26 settembre ed subito diventato un piccolo culto, fino a andare al di là ddi quella espressione. Ad oggi, il singolo ha oltre 10 milioni di stream su Spotify, il video oltre 12 milioni, è primo nella classifica FIMI, seconda tra i pezzi indipendenti più trasmessi dalle radio italiane (22° generale, cosa che visto il gradimento è abbastanza inspiegabile). Numeri di tutto rispetto per l'album che segna il ritorno a una dimensione ancora più indipendente, dopo due uscite con Carosello. La canzone è una di quelle che Coez ha scritto assieme a Niccolò Contessa (noto col moniker I Cani) che ha anche co-prodotto "Faccio un casino" e lo stesso cantante ne ricorda così la gestazione: "L’11 luglio 2016 compivo 33 anni e quel giorno direi che mi sono fatto veramente il miglior regalo di sempre. Io e Contessa abbiamo lavorato a questa canzone per circa sei ore e dopo una sola giornata era pronta per il mix. Una delle mie canzoni preferite del disco" (abbiamo le prove del fatto che l'autore la considerava "una mina" nel momento in cui l'ha scritta, come dimostra questo post su Facebook). Giocato sui giochi di parole tipici di un certo rap, la canzone descrive l'amore del protagonista per una ragazza, un amore che probabilmente non è più: "Mi metti in crisi e in questo testo. Non ti riesco a disegnare, vorrei portarti al mare, anzi portarti il mare (…) E non è facile trovarsi mai, oh mai, oh mai, e tu mi dici meglio se ora vai, ormai è tardi".

Un tour completamente sold out.

Ha scelto le parole dell'amico Salmo, Coez, per annunciare che il tour è ufficialmente sold out: "Vabbè balliamo", scrive, citando il rapper sardo, nel postare il calendario con le date coperte dalla scritta nera "sold out". Un tour che partirà il 30 ottobre da Senigallia e che in pochi giorni aveva mandato sold out le due date di febbraio al Palalottomatica e che può vantare anche il tutto esaurito per le tre date milanesi all'Alcatraz.