Rosy Abate e suo figlio Leonardo guardano con speranza al futuro colpendo con i sassi delle bottiglie di vetro. Su questo lieto fine, la seconda stagione di "Rosy Abate – La Serie" si chiude con le note de "L'Erba Cattiva" di Enzo Gragnaniello, nella versione del 2015 contenuta nel disco "Misteriosamente".

Le versioni de L'Erba Cattiva

Due le versioni di una delle canzoni più importanti della recente discografia di Enzo Gragnaniello. La prima, datata 2007, che dà anche il titolo al disco che include brani altrettanto importanti come "Stu Criato", "Maronn'e ll'Arco mia" e "Femmena so' stata". La seconda, quella che chiude la seconda stagione di "Rosy Abate", riarrangiata con assoli blues nel disco "Misteriosamente" del 2015 che include dodici brani tra cui la title-track interpretata con Raiz e "Quale futuro vuoi" cantata con Nino Buonocore.

Il caso del finale di Rosy Abate rimontato

In seguito a delle voci sulla possibile morte di Rosy Abate, la produzione ha fatto sapere, attraverso le parole dell'ad di TaoDue Pietro Valsecchi, di aver rivisto tutto il finale dopo le proteste dei fan che temevano la morte del personaggio: "Appena si è sparsa la voce che l’ultima puntata potrebbe vedere la morte di Rosy i fan si sono scatenati sul web e con le email. Siamo tutti molto colpiti e riconoscenti per questa dimostrazione di affetto verso un personaggio entrato nell’immaginario collettivo: lo vediamo dai dati di ascolto Audite, dai record di visualizzazioni delle puntate su Mediaset Play (quasi tre milioni), dall’enorme riscontro sui social. E di fronte a tanto affetto ho deciso di rimettermi al lavoro per chiudere il montaggio della puntata spero nel modo migliore per tutti. Per sapere come finirà quindi appuntamento a venerdì e guardatela fino all’ultimo secondo per non perdervi le sorprese che riserverà". Questo dice molto sull'importanza della serie per Mediaset e per i suoi fan.