68 CONDIVISIONI

Rolling Stones, Pink Floyd, Led Zeppelin, Bowie e Blur diventano francobolli

Le poste britanniche annunciano una serie di francobolli che riproduranno le copertine dei più grandi album della storia della musica inglese (e non solo).
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Biagio Chiariello
68 CONDIVISIONI
francobollicopertine

Singolare iniziativa delle poste britanniche (Royal mail) che hanno annunciato uno stock di nuovi francobolli che ritrarranno delle copertine degli album più famosi della storia della musica. Lo stock filatelico sarà disponibile dal prossimo 7 Gennaio.

Così dopo il successo ottenuto dai francobolli dedicati ai Beatles, la Royal Mail ci riprova – anche con l’obiettivo di combattere la crisi – con quelli dedicati agli artisti più famosi della scena musicale inglese del passato.

Royal Mai, ci tiene a precisare, che l’intento non è quello di celebrare i musicisti in sé, ma piuttosto le immagini evocative e celebri che sono riusciti a ricreare con i loro album. Aggiunge, poi, che alcune delle immagini pure suggestive di alcuni importanti album sono state per forza di cose estromesse dallo stock di francobolli perché riproducevano immagini troppo scure e, quindi, non chiaramente visibili.

Queste, dunque, le copertine che diventeranno francobolli:

"The division bell" dei Pink Floyd
"Parklife" dei Blur
"London calling" dei Clash
"Led Zeppelin IV" dei Led Zeppelin
"Power, corruption & lies" dei New Order
"Screamadelica" dei Primal Scream
"Let it bleed" dei Rolling Stones
"A rush of blood to the head" dei Coldplay
"The rise and fall of Ziggy Stardust and the spiders from Mars" di David Bowie
"Tubular bells" di Mike Oldfield.

Biagio Chiariello

68 CONDIVISIONI
Ron Wood dei Rolling Stones in prigione
Ron Wood dei Rolling Stones in prigione
Rolling Stones: salta il tour 2010
Rolling Stones: salta il tour 2010
Arriva "Echos", l'antologia dei Pink Floyd
Arriva "Echos", l'antologia dei Pink Floyd
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni