Greta Thunberg, attivista svedese di 16 anni, che si è fatta promotrice di proteste, scioperi e marce per chiedere ai governi politiche più efficaci contro il riscaldamento globale, è stata proposta per il premio Nobel per la pace. La sua coraggiosa lotta per il pianeta ha avuto echi in tutta Europa, ispirando tantissimi altri giovani come lei. In queste ore, Rita Pavone è finita nella bufera, dopo aver pubblicato un tweet sul suo conto.

Il post che ha scatenato la polemica

La determinata e coraggiosa Greta, è figlia della cantante Malena Ernman e dell'attore Svante Thunberg. Su Twitter si descrive come "un'attivista per il clima con Asperger". L'adolescente, infatti, ha la sindrome di Asperger, ma non lascia che rappresenti un limite nella lotta per i suoi ideali. Rita Pavone, che non era a conoscenza dello stato di salute di Greta, ha pubblicato su Twitter un post che ha suscitato grande polemica. L'artista ha scritto: "Quella ‘bimba' con le treccine che lotta per il cambio climatico, non so perché ma mi mette a disagio. Sembra un personaggio da film horror".

Le scuse di Rita Pavone

Rita Pavone è stata attaccata duramente da tantissimi utenti e il suo nome è salito rapidamente nei trend di Twitter. Raggiunta dall'Ansa, la cantante si è scusata per le sue parole. Ha riconosciuto di aver sbagliato ma ha anche spiegato che non avrebbe mai commentato con tanta leggerezza se avesse saputo che Greta ha la sindrome di Asperger:

"Ho fatto una gaffe enorme perché non sapevo che avesse la sindrome di Asperger, nessuno l'ha detto mai in televisione. Io mi ricordavo la ragazzina con le treccine di un film e ho detto che mi metteva a disagio. Non direi mai una cosa così e trovo cattivo e orrendo che la gente aspetti un qualsiasi errore che tu fai nella vita per azzannarti come se fossero lupi. Diceva Dio che colui che non ha mai sbagliato scagli la prima pietra. Sono una persona perbene, non sono una carogna".

L'artista replica agli attacchi ricevuti sui social

Dopo aver ribadito di aver fatto un errore, Rita Pavone ha spiegato di trovare comunque eccessivo l'atteggiamento di quegli utenti che non aspettano altro che qualcuno faccia un errore per poter criticare: "È gente malata quella che mi attacca. […] È brutto che ci siano persone che non aspettano altro per attaccarti, solo perché la pensi diversamente da loro. Mi dispiace, chiedo scusa, non sapevo avesse un problema e non intendevo offendere. Cosa vogliono? Che mi impicchi o che mi che mi tagli le vene?". Infine, ha replicato a coloro che per attaccarla l'accusano di essersi rifatta le labbra: "Non ho mai fatto un intervento, anche perché altrimenti sarei una cretina se il risultato è quello che ho….".