Allarme su Twitter, dove si è diffuso improvvisamente l'hashtag #ripeminem. Immediato lo shock degli utenti, che per un attimo hanno creduto a un'improvvisa morte di Eminem: il rapper, però, è ancora vivo, i fan stiano tranquilli. Scherzo di cattivo gusto, fake news o errore madornale? Ecco cosa è successo e perché questo bizzarro inconveniente ha creato tanto clamore.

Perché#ripeminem è in tendenza

Il tutto è nato da un tweet di un utente noto come "@LEVICUMSOCK", cher ha scritto semplicemente "I have killed Eminem", "Ho ucciso Eminem", ovviamente senza alcuna ragione (se non, forse, quella di creare scompiglio). Tanto è bastato per scatenare una pioggia di post sul social, con il già citato #ripeminem che è schizzato in cima alle tendenze e ha fatto il giro del mondo. Anche in Italia, sono tantissimi i tweet diffusi: per giunta, l'hashtag continua a essere in vetta ai topic per i tantissimi commenti di chi ha realizzato che si tratta solo di una falsa notizia e sta tirando un sospiro di sollievo o maledicendo l'autore del gesto.

Eminem già morto due volte, le bufale dei vip deceduti

Eminem al momento non ha commentato l'accaduto ma c'è da scommettere che si starà facendo quattro risate. Del resto, non è la prima volta che una fake news si diffonde sui social alla velocità della luce. Solo a inizio luglio successe al magnate Jeff Bezos: anche in quel caso si diffuse l'hashtag #RIP, sebbene il fondatore di Amazon fosse vivo e vegeto. In passato sono stati dati per deceduti tantissimi personaggi del mondo dello spettacolo, come Sylvester Stallone, Paolo Bonolis, Clint Eastwood, Wim Wenders, Britney Spears, Avril Lavigne, Lindsay Lohan e molti altri. Lo stesso Eminem era già "morto" due volte: nel 2000 venne dato per spacciato in un incidente stradale, nel 2013 si disse che era stato accoltellato.