Partirà il 4 maggio dal Gran Teatro Geox di Padova il tour nei teatri di tutta Italia di Red Canzian che nonostante l'operazione avvenuta a causa di un tumore al polmone terrà fede alla tabella di marcia, come ha spiegato nei giorni scorsi anche sulle sue pagine Facebook dove ieri ha pubblicato un post sulla data zero che ha svolto a Càscina in cui spiegava di aver fatto bene a forzare un po' i tempi: "Ieri sera, ho finalmente potuto verificare, con il pubblico, se tutto quello che avevo pensato e preparato, per più di un anno, funzionava… e devo dire che, fin dall’apertura del sipario, fin dal primo brano, sono stato travolto da un’emozione pura e bellissima, da quell’abbraccio che avevo aspettato, sognato e … temuto di perdere… a causa dell’operazione. E invece ho fatto bene a forzare la mano con i medici, per esserci… per voi e per me… Ora aspetto di sapere, da voi, come avrete vissuto questo viaggio nel tempo e nella musica che ogni sera porterò in scena!".

Da Testimone del tempo al tour

"C'è una grande storia che racconterò a parole, con aneddoti e suonando canzoni, quindi dal R&R ai Pink Floyd, ai Pooh, passando per i Rolling Stones e Bob Dylan" ha detto l'ex Pooh ai microfoni di Fanpage.it parlando del tour: "Racconterò la mia storia e racconterò la grande storia della musica". Protagonista al Festival di Sanremo con "Ognuno ha il suo racconto", singolo che ha lanciato l'album "Testimone del tempo", l'ex Beatles ha spiegato come è nato questo suo lavoro extra Pooh per cui si è avvalso di autori importanti: "L'album musicalmente ho voluto mettere dentro tutti quei segnali che hanno formato la mia maniera di vivere la musica, ci sono i Beatles, c'è il prog, poi ho cercato autori più cantautorali e sono arrivati Ruggeri, Ivano Fossati, poi ho conosciuto Vincenzo Incenzo insieme a Renato Zero perché serviva un visionario. E così ho cercato i miei autori un po' in base alla musica".

Il bisogno di ascoltare la musica nuova

Se c'è qualcosa che non manca al musicista è senza dubbio la curiosità. Canzian cita spesso tra i suoi ascolti molta musica contemporanea e la spiegazione è molto semplice: "Io ascolto tutto perché credo che l'errore che hanno fatto i nostri genitori sia stato quello di continuare ad ascoltare Claudio Villa e non ascoltare i Beatles, non stavano al passo coi tempi. Dai giovani arriva il meglio di quello che sarà il futuro, perché io sono stato interprete di quel meglio".

Canzian e l'esperienza con i Pooh

Canzian torna anche sulla sua esperienza con i Pooh, chiusa dopo 50 anni di carriera, musica e riconoscimenti, partendo dal suo primo provino: "Un giorno mi chiamarono per fare questo provino e lo ricordo benissimo perché spiegai loro molto bene che non ero un bassista perché dovevo sostituire Fogli e loro mi dissero che non importava, io mi sono fidato. E il provino l'ho fatto non suonando il basso, ma cantando un pezzo mio con la chitarra. I Pooh hanno finito una carriera bellissima e come tutte le storie importanti hanno un inizio e una fine, ma non perché abbiamo litigato. Bisogna prenderne atto ed essere felici di averla vissuta". Queste tutte le date del tour:

  • 4 maggio – Gran Teatro Geox di Padova
  • 5 maggio – Gran Teatro Morato di Brescia
  • 7 maggio – Teatro Nuovo Giovanni da Udine di Udine
  • 12 maggio – Teatro Colosseo di Torino
  • 13 maggio – Teatro Openjobmetis di Varese
  • 16 maggio – Teatro Augusteo di Napoli
  • 18 maggio – Teatro Verdi di Firenze
  • 20 maggio – Auditorium Parco della Musica di Roma
  • 22 maggio – Teatro Metropolitan di Catania
  • 23 maggio – Teatro Golden di Palermo
  • 25 maggio – Teatro Team di Bari
  • 27 maggio – Teatro degli Arcimboldi di Milano