8 Aprile 2013
14:43

Quando la musica mandò alla ghigliottina la Thatcher

E’ morta Margaret Thatcher. Sarà finalmente contento Morrissey che nel 1988 cantava “Margaret on the Guillotine”, nel 1985 il cantautore Renaud creò un incidente diplomatico tra Francia e Gb per “Miss Maggie” e gli Iron Maiden la fecero accoltellare dal “loro” Eddie nella copertina di Sanctuary.

Non fu proprio idilliaco il rapporto di Margaret Thatcher con il mondo della musica. L'allora Primo Ministro inglese fu oggetto di numerose invettive nei suoi confronti, anche pesanti. Su tutte il testo di Margaret on the Guillotine, un inequivocabile "Margaret alla ghigliottina", inserita nell'esordio solista di Patrick Morrissey (Viva Hate, 1988) che parlava della morte della "signora" come un sogno meraviglioso, terminando con il suono improvviso della ghigliottina. La canzone si apriva recitando: "Ho avuto un sogno meraviglioso, Margaret alla ghigliottina. Perché persone come te, mi fanno sentire molto stanco. Quando muori?". Su di lei si espresse in toni accesi in un'intervista del 1984:

E' una sola persona e può essere distrutta. Questa è l'unica soluzione per il nostro paese.

"Sandinista!" dei Clash fu un album chiamato così perché la Thatcher aveva intenzione di proibirne l'uso della parola. I sandinisti erano i guerriglieri nicaraguensi che realizzarono il colpo di Stato nel 1979. Quattro anni più tardi scoppiò un vero e proprio caso Thatchergate con la pubblicazione di un disco anti-Thatcher (in quegli anni anche il cinema di Ken Loach, sarebbe stato uno dei capisaldi dell'antithatcherismo) realizzato dai Crass, una band punk-anarchica. Nel disco furono presenti estratti di discorsi pubblici del Primo Ministro britannico e del Presidente Reagan, montati ad arte e presentati come una intercettazione telefonica tra i due, in cui la "Iron Lady" lasciava intendere che il cacciatorpediniere  HMS Sheffield D80 sia stato sacrificato sotto suo ordine, per provocare un'aggravarsi della guerra. Un'altra canzone dei Crass dedicata alla Thatcher è "How does it feel to be the mother of a thousand dead?", ovvero "come ci si sente ad essere la madre di mille morti?

Renaud e l'incidente diplomatico. Nel 1985 si creò un vero e proprio incidente diplomatico tra Gran Bretagna e Francia a causa di una canzone, Miss Maggie, del cantautore francese Renaud Séchan, che conteneva pesanti accuse al Primo Ministro britannico. Anche i Pink Floyd hanno, da sempre, criticato la partecipazione della Gran Bretagna alla guerra delle Falkland, in The Final Cut (1983) c'è un biasimo esplicito alla Thatcher, The Fletcher Memorial Home. Anche gli Iron Maiden dissero la loro, facendola apparire molte volte nelle loro illustrazioni. Fece scalpore Sanctuary, dove c'era Eddie, mascotte della band, con in mano un grosso coltello e, per terra, una donna somigliante alla Thatcher. Noel Gallagher, in una recente intervista al Nme, ha dichiarato che contro Margaret Thatcher, è stata fatta sempre grande musica.

Sulla morte della Thatcher, così le star: "Privatizzate il suo funerale!"
Sulla morte della Thatcher, così le star: "Privatizzate il suo funerale!"
"Cher è morta" su Twitter l'errore per un hashtag sulla Thatcher
"Cher è morta" su Twitter l'errore per un hashtag sulla Thatcher
I mille volti di Margaret Thatcher al cinema, l'ultimo fu di Meryl Streep
I mille volti di Margaret Thatcher al cinema, l'ultimo fu di Meryl Streep
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni