24 Settembre 2019
11:52

Qual è la musica preferita in Italia? Uno studio spiega chi e cosa ascoltano gli italiani

Oltre 16 ore di ascolto musica a settimana, più di 2,3 ore al giorno, soprattutto in auto, ma anche rilassandosi a casa e in particolare grazie ai servizi di streaming, ma a seconda dell’età il mezzo con cui si ascolta la musica può variare. È ancora l’IFPI che ha dato un po’ di numeri sulla musica nel mondo e in Italia.
A cura di Francesco Raiola

Oltre 16 ore di ascolto musica a settimana, più di 2,3 ore al giorno, soprattutto in auto, ma anche rilassandosi a casa e in particolare grazie ai servizi di streaming, ma a seconda dell'età il mezzo con cui si ascolta la musica può variare. È ancora l'IFPI,  l'organizzazione che rappresenta l'industria discografica in tutto il mondo, che nel report Music Listening 2019 ha dato un po' di numeri sulla musica nel mondo e in Italia, un documento che "esamina le modalità di consumo di musica nelle fasce d’età comprese tra 16 e 64 anni nei principali 21 mercati del mondo", dando qualche numero con cui poter decodificare meglio il mercato discografico e anche il consumo nel nostro Paese.

La musica nel mondo

I dati, si sa, sono sempre più importanti, soprattutto per chi la musica la produce e la distribuisce, ma anche per leggere un po' il panorama in cui ci muoviamo quotidianamente se parliamo dell'ascolto musicale, uno degli svaghi preferiti indipendentemente dall'età. Quello che emerge dallo studio è che questo settore non diminuisce, anzi, tende a crescere ancora rispetto al 2019. A livello globale l'ascolto musicale è cresciuto un po' rispetto allo scorso anno, passando da 17,8 ore a 18, con oltre la metà degli intervistati (53%) che si dichiara "amante" o "fanatico" e in generale l'accesso prediletto alla musica resta quello dello streaming con un aumento di circa il 7% rispetto al 2018 e un tasso di crescita che aumenta soprattutto nella fascia d'età compresa tra 35 e 64 anni che segna un +54%.

In Italia si ascolta ancora molto pop

L'Italia segue il trend generale con alcune peculiarità, ovviamente. Il repertorio locale continua a fare la voce grossa, ma questo lo si evince anche guardando le classifiche settimanali, annuali e le certificazioni che da anni vedono in testa principalmente artisti italiani, con un aumento anche per quanto riguarda il mercato dei singoli: il 63% ascolta Pop (il 63% quello italiano) a cui seguono rock e cantautorato, mentre la Trap e l'Hip Hop esplodono tra i giovanissimi segnando un 53,2% nella fascia 16-24 e il latin in crescita (37,6%). Per quanto riguarda l'ascolto anche nel nostro Paese vince lo streaming che attecchisce anche in fasce d'età più grandi: "Nell’utilizzo del formato si registra infatti un incremento dell’8% sia nei 45-54 anni (51%) che nei 55-64 (40%). In generale, il 57% consuma musica solo attraverso servizi di audio streaming: tra le motivazioni, l’accesso immediato a un catalogo immenso (63%) e la possibilità di selezionare la musica preferita (53%)" riassume la FIMI, ma anche Youtube è un attore protagonista in questo mercato: se il video streaming è usato dal 63% degli intervistati, il settore della piattaforma streaming segna l'81%.

Chi è stato intervistato

Nella nota metodologica l'IFPI spiega di aver condotto la ricerca su scala globale tra aprile e maggio 2019, "attraverso un campione demograficamente rappresentativo della popolazione d’età compresa tra 16 e 64 anni nei seguenti mercati: Argentina, Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Messico, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Polonia, Russia, Sudafrica, Sud Corea, Spagna, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti. Queste nazioni rappresentano il 92,6% dei ricavi del mercato musicale globale nel 2018. In totale sono stati intervistati 34.000 utenti: campioni di quote rappresentative a livello nazionale tra 1.000 e 3.000 intervistati sono stati stabiliti in base alla dimensione della popolazione e alla struttura demografica. Ciò ha assicurato un errore standard di +/- 3%, con un livello di affidabilità del 95%".

Iosonouncane è il più grande talento della musica italiana, e sta tornando con "Ira"
Iosonouncane è il più grande talento della musica italiana, e sta tornando con "Ira"
Canzoniere Grecanico Salentino, la World music italiana alla conquista del mondo
Canzoniere Grecanico Salentino, la World music italiana alla conquista del mondo
Le "Note di viaggio" di Francesco Guccini: la musica italiana rende omaggio al maestro di Pavana
Le "Note di viaggio" di Francesco Guccini: la musica italiana rende omaggio al maestro di Pavana
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni