mariah-carey
in foto: Mariah Carey

Il Natale, è noto, è anche il periodo in cui la hit di Mariah Carey, "All I Want For Christmas is you" torna prepotentemente in tutte le classifiche, di vendita e streaming. Un classico relativamente giovane (ha 23 anni essendo stato pubblicato per la prima volta nel 1994) che si affianca a canzoni molto più vecchie, ma come tutti i classici ha perso i confini temporali per entrare nel magico mondo delle canzoni senza tempo, appunto.

Lo spettacolo "All I Want For Christmas is you"

E questa canzone è senza dubbio, oltre che frutto di molte royalties per la cantante americana, anche ciò che l'ha legata a doppio filo col periodo natalizio in cui, da tempo, ormai, porta avanti una serie di concerti speciali che avrebbero dovuto tenersi anche quest'anno, se non fossero arrivati problemi fisici che, pare, le impediranno di esibirsi nelle prime tappe, come ha annunciato dai suoi canali social ufficiali, su cui ha postato un breve comunicato stampa che avvisava il pubblico della sua indisposizione e della cancellazione dei primi concerti.

Un'infezione respiratoria

Prende il nome proprio dalla sua canzone più celebre lo spettacolo che dopo la défaillance iniziale riprenderà il 27 novembre prossimo da New York, stando a quanto si legge dal sito internet della cantante e che dovrebbe terminare il prossimo 22 dicembre a Las Vegas: "Agnellini! Giusto in tempi per questo periodo di regali, pare che ne abbia ricevuto uno proprio da me: una carinissima infezione respiratoria che è arrivata dopo l'influenza della settimana scorsa" ha scritto la cantante.

L'ordine dei medici

La Carey si dice dispiaciuta perché ama, dice, trascorrere questo periodo con il suo spettacolo: "Voi lo sapete che non c'è nulla che io ami di più che celebrare queste feste con il mio spettacolo di natale, ma devo stare a quelli che sono gli ordini dei medici e riposare finché non mi diranno che posso tornare sul palco a cantare".