Ci sarà anche Ornella Vanoni, domenica 1 dicembre, al raduno delle sardine  di Milano. "Sarò con voi", ha scritto su Facebook, commentando un post del gruppo Facebook che sta organizzando la mobilitazione. La cantante, d'altronde, non ha mai negato le sue convinzioni politiche e in questo caso lo fa appoggiando il movimento anti-Salvini nato due settimane fa a Bologna, con un ritrovo organizzato su Facebook da un gruppo di ragazzi trentenni, trasformatosi in una marea che si sta espandendo tutte le principali piazze italiane. "Credo che sia una cosa che riguarda più i giovani che noi adulti: io ho vissuto diversi momenti politici ma guardando negli occhi le persone", ha aggiunto Ornella Vanoni secondo il Corriere:

I ragazzi di oggi hanno lo sguardo solo su Facebook, sul telefonino e su loro stessi. Spero di vedere i giovani perché se loro non hanno speranza e voglia di lottare, come faremo? Si devono incazzare. Voglio vedere l’incazzatura negli occhi dei giovani.

Ma Ornella Vanoni fa anche una precisazione, proprio sulla natura "anti" del movimento delle sardine: "Non ci si deve muovere contro Salvini. Ci si deve muovere, che è un’altra cosa. Secondo me questo dovrebbe restare un movimento apolitico che faccia capire alle nuove generazioni che si devono arrabbiare". Quindi l'artista, che in passato ha fatto sentire la sua presenza anche in occasione di altre manifestazioni, come quella antirazzismo dello scorso marzo, Ornella Vanoni chiude parlando di quelle che sono le sue speranze:

Voglio vedere la luce e la speranza e non questo odio: io mi preoccupo per loro, mi spiace vedere un paese che sta andando tanto male. Ma non è colpa solo di questi governanti, è una situazione che si è creata col tempo. Come uscirne? La ricetta non ce l’ho. La rabbia forse è l’unica ricetta.