Roby Facchinetti e Riccardo Fogli (LaPresse)
in foto: Roby Facchinetti e Riccardo Fogli (LaPresse)

Sarà anche vero che la storia dei Pooh si è definitivamente conclusa lo scorso anno, ma questo non vuol dire che i Pooh – singolarmente o in piccoli gruppi – non esisteranno più. Lo dimostra il progetto che partirà tra poco e che vede protagonisti Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, colonne portanti di un pezzo della Storia della band, con quest'ultimo che dopo aver mollato era rientrato proprio per i festeggiamenti del cinquantenario. L'annuncio era stato dato durante i Wind Music Awards, quando i due erano andati a ritirare il premio per i Pooh, spiegando che stavano per dare vita a un progetto nato all'indomani della fine dell'esperienza nella band.

Il primo singolo è "Strade"

In un'intervista al Corriere della Sera hanno dato qualche dettaglio in più, aggiungendo che l'album si chiamerà "Insieme" e sarà anticipato dal singolo "Strade" che uscirà venerdì prossimo. E ovviamente l'ombra dei Pooh non può che aleggiare anche in questo nuovo progetto, ma è un'ombra per nulla invadente se anche nella scelta del singolo Facchinetti e Fogli hanno optato per una canzone il cui testo è stato scritto da Valerio Negrini, fondatore della band e da sempre anima che accompagna il loro percorso, ricordato a ogni piè sospinto.

Un'avventura diversa

"È un’avventura diversa, un modo di sperimentare qualcosa di nuovo" spiega Facchinetti al Corriere, e parlando della canzone ha chiarito che è stata scritta poco prima la morte dell'amico, avvenuta il 3 gennaio 2013: "Il testo racconta di strade che si incontrano. Se gli avessimo chiesto un testo sulla nostra amicizia oggi, lo avrebbe scritto così". Facchinetti e Fogli – i due non bolognesi della band – hanno spiegato, poi, quanto era importante la loro amicizia, e di come all'epoca condividevano tutto, e soprattutto erano costretti a risparmiare su qualsiasi cosa: "Abbiamo condiviso il periodo dei sogni, una rivoluzione musicale che ha cambiato il mondo".

L'abbandono di Fogli

Poi, come noto, qualcosa si ruppe e Fogli abbandono il gruppo, con tutto quello che ne consegue anche in termini di rapporti, le strade si separarono, ma poi gli amici si ritrovarono e come spiegato anche in passato, Fogli ha voluto ribadire che la storia della separazione non andò esattamente come è stata raccontata negando la storia che lo faceva passare come "il genio che conquisterà il mondo senza di voi".

La benedizione del resto dei Pooh

La reunion è stato il lampo che ha fatto riscoccare la scintilla e la voglia di tentare qualcosa assieme, oltre a una frequentazione che, sebbene era ancora frequente, si è fatta ancora più assidua. I due non hanno paura della risposta dei fan storici: "Da quasi esterno ho sentito che la gente vuole così bene ai Pooh che ne vorrà anche a noi" ha detto Fogli. Ma poi, soprattutto, c'è la benedizione del resto dei Pooh e questo vale più di qualsiasi altra cosa.