Un semplice "voilà", titolo della canzone arrivata seconda in classifica, ma anche come a dire "ecco, niente di più". Questo il commento di Damiano David, frontman dei Maneskin, alla notizia della pubblicazione di un comunicato con cui l'organizzazione dell'Eurovision ha smentito definitivamente ogni ipotesi di consumo di droga da parte del cantante durante la manifestazione.

L'ironia di Damiano David su Instagram

Attraverso Instagram Damiano ha riportato tra le storie la notizia del comunicato, aggiungendo in calce il titolo della canzone di Barbara Pravi, beffata e giunta seconda all'Eurovision 2021. Nelle scorse ore i cugini transalpini avevano sollevato un enorme polverone, soffiando su una fake news nata da un video frainteso che restituiva l'impressione di cogliere in flagrante Damiano David mentre sniffava qualcosa durante la trasmissione. Da lì la polemica aizzata dagli organi di stampa francesi, primo fra tutti il giornale Paris Match, che avevano portato ad un'ipotesi richiesta di squalifica e costretto addirittura il ministro degli Esteri francese a una dichiarazione.

Il comunicato dell'organizzazione che scagiona i Maneskin

Polemiche affievolite prima dalle parole della stessa Barbara Pravi ("I Maneskin hanno vinto perché votati, il resto non importa"), poi spente questa mattina dalla conferma che non ci sarebbe stato alcun reclamo da parte dei francesi. Nel tardo pomeriggio, quindi, il comunicato ufficiale dell'organizzazione dell'Eurofestival:

A seguito delle accuse di uso di droga nella Green Room della finale dell'Eurovision Song Contest di sabato 22 maggio, la European Broadcasting Union, come richiesto dalla delegazione italiana, ha condotto un esame dei fatti, incluso il controllo di tutti i video disponibili. Oggi, un test antidroga è stato fatto volontariamente dal cantante della band Maneskin che ha portato a un risultato negativo. Nessun consumo di droga ha avuto luogo nella Green Room e consideriamo il caso chiuso. Siamo allarmati per la diffusione di fake news che hanno portato a oscurare lo spirito e l'esito dell'evento e che hanno ingiustamente riguardato la band. Ci congratuliamo ancora una volta con i Maneskin e auguriamo loro enorme successo. Non vediamo l'ora di lavorare con i membri della Rai per produrre uno spettacolare Eurovision Song Contest in Italia il prossimo anno".