3.517 CONDIVISIONI
27 Novembre 2020
11:24

Nicola Piovani guarito dal Covid dopo un mese: “Aumenta il mio disprezzo per i negazionisti”

Ci ha messo cinque settimane Nicola Piovani per guarire dal Covid, come ha spiegato in alcuni tweet. Il compositore, uno dei nomi italiani più famosi e rispettati all’estero, infatti, ha raccontato di aver passato un mese e mezzo in isolamento in ospedale, al Policlinico di Tor Vergata, a combattere col virus.
A cura di Redazione Music
3.517 CONDIVISIONI
Nicola Piovani (foto di Tristan Fewings/Getty Images)
Nicola Piovani (foto di Tristan Fewings/Getty Images)

Ci ha messo cinque settimane Nicola Piovani per guarire dal Covid, come ha spiegato in alcuni tweet. Il compositore, uno dei nomi italiani più famosi e rispettati all'estero, infatti, ha raccontato di aver passato un mese e mezzo in isolamento in ospedale, al Policlinico di Tor Vergata, a combattere col virus, prima di risultare negativo e avere il permesso dal personale medico di poter tornare a casa: "A metà ottobre sono stato ricoverato in ospedale perché positivo al Covid, con sintomi evidenti e preoccupanti. Ora, dopo cinque settimane passate in isolamento ospedaliero, sono tornato a casa “negativo”, guarito dal Covid e in buona forma. Ringrazio i medici, gli infermieri e tutto il personale del Policlinico Tor Vergata" ha scritto Piovani.

Contro i negazionisti

Il compositore è uno dei personaggi del mondo dello Spettacolo che nelle ultime settimane ha lottato con il Covid, che si è presentato con sintomi importanti, come avvenuto, per esempio, con personaggi come Nina Zilli – che ha raccontato il dolore che le ha causato con alcune storie su Instagram – e Iva Zanicchi che a causa del Covid ha perso anche il fratello: "Vedere quanto e in che condizioni lavorano per aiutare chi soffre ha aumentato il mio disprezzo per i negazionisti. Un ringraziamento speciale ai prof. William Arcese, Teresa Voso e Gloria Pane" ha scritto ancora il compositore 74enne, Premio Oscar per La vita è bella di Benigni.

Il dibattito su economia e vite umane

Una serie di tweet che hanno portato tantissimi colleghi e fan a mostrargli solidarietà, da Malika Ayane a Sandro Cucchi ed Ezio Greggio, hanno voluto esprimere solidarietà al musicista che ha voluto anche stigmatizzare le polemiche di alcuni sull'alternativa tra economia e vite umane: "So che c’è un dibattito in corso sull’alternativa ‘salvare l’economia o salvare vite umane?'. Cioè, ‘sacrificare gli esseri viventi o il fatturato?' se ho capito bene. Spero di aver capito male".

3.517 CONDIVISIONI
Nina Zilli spiega ai negazionisti cosa vuol dire ammalarsi di Covid
Nina Zilli spiega ai negazionisti cosa vuol dire ammalarsi di Covid
Valerio Scanu:
Valerio Scanu: "Mio padre morto di Covid senza patologie. Negazionisti portino rispetto!"
3.383 di Videonews
Anche Eleonora Brigliadori tra i negazionisti del Covid:
Anche Eleonora Brigliadori tra i negazionisti del Covid: "Colleghi in mascherina solo per lavorare"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni