Tutti i minilive e le dirette che stiamo vedendo ogni giorno sui social di tanti artisti italiani, saranno materiale per una maratone benefica. Si chiama Musica che unisce l'evento che si terrà martedì 31 marzo dalle ore 20.35 e vedrà tante voci della musica italiana insieme per per raccogliere fondi a favore della Protezione Civile, in prima linea per far fronte all’emergenza sanitaria da Coronavirus che stiamo vivendo in queste settimane di difficoltà.

Dove andrà in onda Musica che unisce

Con la musica live completamente ferma, infatti, molti cantanti si stanno attrezzando con dei mini live dalle proprie stanze dove vivono questi giorni di isolamento e da lì, appunto, intrattengono i fan. Proprio questa idea sarà alla base di questo evento che sarà mandato in onda in prima serata su Rai1 e insieme su tutte le piattaforme multimediali Rai: come RaiPlay, e i canali ufficiali di YouTube e Facebook. Gli artisti, infatti, regaleranno una serie di minilive che comporranno una video playlist, un flusso di musica continuo.

Gli artisti che hanno aderito

Sono tanti gli artisti che hanno aderito all'iniziativa e così il pubblico potrà vedere live di Alessandra Amoroso, Andrea Bocelli, Brunori Sas, Calcutta, Cesare Cremonini, Diodato, Elisa, Emma, Ermal Meta, Fedez, Francesca Michielin, Francesco Gabbani, Gazzelle, Gianni Morandi, Gigi D’Alessio, Levante, Ludovico Einaudi, Mahmood, Måneskin, Marco Mengoni, Negramaro, Paola Turci, Riccardo Cocciante, Tiziano Ferro, Tommaso Paradiso. Uno spettacolo senza interruzioni pubblicitarie che andrà anche in streaming sul sul sito dell’iniziativa, musicacheunisce.it.

Oltre la musica, il Cinema e lo sport

L'evento vedrà tra i protagonisti anche personaggi di altri ambiti artistici come Luca Zingaretti, Paola Cortellesi, Roberto Bolle, Andrea Dovizioso, Bebe Vio, Federica Brignone, Federica Pellegrini, Roberta Vinci, Valentino Rossi e chi vorrà unirsi. Il commento sarà affidato alla voce di Vincenzo Mollica e nell'ambito del flusso sarà dato spazio anche a infografica e video informativi realizzati dal Ministero della Salute, insieme agli esperti del mondo scientifico che fanno parte del Comitato tecnico nazionale