È morto all'età di 68 anni Jorge Santana, il fratello minore del noto musicista messicano, Carlos Santana, e anch'egli impegnato attivamente nel mondo della musica, essendo un chitarrista di successo. Stando a quanto si apprende dal suo agente, l'artista è scomparso per cause naturali, nonostante fosse il più giovane dei suoi fratelli.

Il messaggio del fratello Carlos e della famiglia

Ad apprenderlo è il sito americano TMZ, dopo la conferma da parte dell'agente che ha diffuso la notizia della scomparsa del musicista, avvenuta nella giornata di ieri, 14 maggio 2020. Il grande musicista Carlos Santana non esita a salutare un'ultima volta suo fratello. Decide di farlo attraverso un messaggio scritto in sua memoria su Facebook, dove in nome della sua famiglia di cui fanno parte anche i fratelli Antonio, Laura, Irma, Maria e Leticia, ricorda la scomparsa di Jorge con una preghiera nella quale rivolge un pensiero anche i loro genitori, Josefina e José:

Ci prendiamo del tempo per festeggiare il magnifico spirito del nostro amato fratello Jorge. Passò al regno della luce che non gettava ombra gli occhi del mio cuore lo vedono chiaramente in mezzo alla nostra gloriosa e magnifica madre Josefina e a nostro padre José… Gli accarezzano il viso e gli baciano le mani, gli fanno la doccia di Luce e di Amore. Amiamo l'amore e l'onore la tua anima
Carlos e la famiglia Santana

La carriera nella musica di Jorge Santana

Fu uno dei grandi interpreti della musica latino americana degli Anni Settanta, chitarrista della band Malo, che ebbe un certo successo soprattutto dopo l'uscita del singolo "Suavecito" che nel 1972 ebbe un grande riscontro da parte del pubblico. Si distinse anche per la sua carriera da solista pubblicando singoli noti quali Darling I Love You, Love The Way e Sandy. Ma non sono mancati i momenti in cui ha affiancato il fratello Carlos e la sua band, che prese il nome di Santana e che tra gli Anni Ottanata e  Novanta cavalcò l'onda del successo, mescolando vari generi musicali, tra salsa, rock classico, ma anche blues.